1.4.13

BBD #57: Blogwarming Party!

Treccia Kamut

Per l'inaugurazione della nuova casa di Zorra e in occasione del 57° Bread Baking Day ho preparato questa treccia al Kamut e dei panini, utilizzando una ricetta che Ilio Berselli ha presentato in occasione di un corso presso Le Tamerici.

Complimenti per la tua nuova casa Zorra e buon lavoro!

English version below....


Treccia al Kamut

600g Farina di Kamut
400g Farina Manitoba
650g circa di Acqua
60g Olio e.v. di Oliva
60g Burro morbido
20g Sale
25g Lievito di Birra Fresco oppure 1 bustina di Lievito Disidratato

In una ciotola capiente sciogliere il lievito con 200g di acqua, prelevati dal totale. Unire 300g di manitoba, impastare brevemente nella ciotola poi coprirla con pellicola trasparente e metterla a lievitare per circa 1 ora e 30 minuti: l'impasto deve raddoppiare.
Trascorso il tempo riprendere la ciotola e versarvi quasi tutta l'acqua rimasta e sciogliere l'impasto lievitato. Unire gli altri 100g di manitoba e tutta la farina di Kamut. Iniziare ad amaglamare, poi unire tutti gli altri ingredienti. Formare l'impasto poi trasferirlo sulla spianatoria ed impastarlo fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Ungere una ciotola con poco burro e porvi l'impasto a lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore).
Prendere l'impasto e ribaltarlo delicatamente sulla ciotola, dividerlo a metà.
Con la prima metà realizzare 12 panini del peso di circa 70g l'uno disponendoli in uno stampo per muffin leggemente unto con olio. Lasciarli lievitare coperti per 15 minuti, poi cuocerli per circa 20 minuti a 190°C.
Con la seconda metà formare 3 filoni, pennellarne due con poca acqua, decorarne uno con semi di sesamo e l'altro con semi di papavero, poi intrecciare i 3 filoni. Lasciare lievitare la treccia coperta per circa 30 minuti poi cuocerla per 30-40 minuti a 190°C.


Panini al Kamut

Questa ricetta partecipa alla raccolta quindicinale Panissimo di Sandra e Barbara.

Image and video hosting by TinyPic

For the Party for the new home of Zorra and at the 57th Bread Baking Day I made this Kamut braid and rolls, using a recipe that Ilio Berselli presented for a course at Le Tamerici.

Congratulations for your new home Zorra and good luck!


Kamut Braid

600g Kamut flour
400g Manitoba flour
Approximately 650g of water
60g Olive Oil
60g soft Butter
20g Salt
25g fresh yeast or 1 packet of yeast Dehydrated

In a large bowl dissolve the yeast with 200g of water, taken from the total. Combine 300g manitoba, knead briefly, then cover the bowl with plastic wrap and allow to rise for about 1 hour and 30 minutes, the dough has double.
After the interval take the bowl and pour the remaining water and dissolve the yeasted dough. Add the other 100g manitoba and all Kamut flour. Start kneading then add all the other ingredients. Form the dough then transfer it to the table and knead until smooth and elastic. Grease a bowl with butter and put the dough to rise until doubled (about 2 hours).
Take the dough and pull gently out of the bowl, divide it in half.
With the first half form 12 rolls of approximately 70g each, placing them in a mold for muffins lightly grased with oli. Let rise covered for 15 minutes, then bake them for about 20 minutes at 190 ° C.
With the second half of dough form 3 strands, brush two with water, decorate one with poppy seeds and the other with sesame seeds, then twist the three strands. Let rise the braid covered for about 30 minutes, then bake for 30-40 minutes at 190 ° C.

15 comments:

  1. Che meraviglia cara, sento quasi il suo profumo, e che aspetto meraviglioso. Complimenti!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Reneesme... il profumo era ottimo, tanto che il pane è finito in un attimo!!!! Grazie!

      Delete
  2. Anonymous3/4/13 11:38

    Ciao Simona ....che bella questa treccia....poi le ricette di Ilio sono sempre un successo!!!
    Hai per caso un ricetta per fare il pane in cassetta sempre di Berselli....grazie mille
    Elisa

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Elisa, per il pane in cassetta io seguo la ricetta delle Simili. Sul mio blog non c'è, ma lo puoi trovare qui da Luvi http://ilmondodiluvi.blogspot.it/2008/03/pane-in-cassetta.html

      Delete
  3. Che belli i panini! A me vengono sempre troppo duri, forse devo provare a cuocerli meno! belli così arrotolati!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Prova questa ricetta: sono morbidissimi. Arrotolati fanno un figurone, ma consiglio sempre la cottura in stampo (anche di alluminio) così mantengono meglio la forma: il Kamut non ha molta forza.

      Delete
  4. Until know I have never made bread with Kamut. I need to try it soon. Thank you for participating and see you tomorrow at the Party. ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Thanks to you Zorra! The party was wonderful ;o)
      Kamut gives a sweet flavour to bread, I'm sure you will like it.

      Delete
  5. davvero una bella ricetta, grazie!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Le ricette di Ilio sono belle e versatili, puoi trovarne altre ad es sul blog di Paola "profumo di biscotti"
      Ciao!

      Delete
  6. artistica, artista, meraviglia! bellissima la trecci, invitanti da far morire i panini... vorresti partecipare anche alla nostra raccolta quindicinale? viene a fare un giro, se ne hai voglia!
    http://sonoiosandra.blogspot.it/2013/03/panissimo-la-raccolta-quindicinale-e-il.html
    buon fine settimana
    Sandra

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Sandra, grazie per avermela segnalata. Ultimamente perdo molti colpi.
      Parteciperò sicuramente!
      Ciao e buon fine settimana anche a te!

      Delete
  7. salve cara Simona e grazie per la partecipazione alla prima edizione di panissimo. vogliamo vedere tantissimi dei tuoi lievitati, bellissimi come questa treccia (mai visto un pane con altrettanto kamut crescere cosi' bene). buona settimana, Barbara

    ReplyDelete
  8. Grazie a te e Sandra per il vostro lavoro! In effetti la lievitazione mi ha stupito, credevo che la treccia si "sedesse"... ho fatto i panini per sicurezza! Anzi, ora che ci guardo mi sono scordata di scrivere che li ho cotti nele forme per miffin. Lo aggiungerò!!!! Ciao!

    ReplyDelete