19.6.07

Ghoriba

Per la mia conoscenza limitata la cucina marocchina è fondata sul CousCous di cui esistono tantissime variazioni e i dolci sono solo a base di frutta secca e miele.
Invece da quando ho acquistato "CousCous and Other Good Food from Morocco" di Paula Wolfert mi si è spalancata una finestrina su una cucina ricchissima e completa di tanti piatti diversi tra cui ho scovato questi biscottini. Sono secchi e semplici ma sono friabili e molto gradevoli. Inoltre hanno il vantaggio di poter essere conservati a lungo in barattoli a chiusura ermetica.
L'autrice del libro, nella descrizione di questi biscotti, dice che non è mai riuscita a lavorare bene l'impasto e ad ottenere la forma perfetta a semisfera che le donne nordafricane riescono ad ottenere con apparente semplicità.
Se non ci è riuscita lei dopo un corso penso proprio che anche i miei non siano esteticamente perfetti ma, di sicuro, sono buoni!


Ghoriba
(Biscottini di Semola)
400g Semola Rimacinata di Grano Duro
125g Zucchero a Velo
90g Zucchero a Velo Vanigliato
40g Burro
45g Olio di Semi di Arachide
2 Uova
1 cucchiaino di Lievito per Dolci
1 pizzico di sale
Altro Zucchero a Velo


Scaldare assieme olio e burro fino a quando quest'ultimo è sciolto e lasciare intiepidire.
Montare le uova con lo zucchero a velo ottendendo un composto bianco e spumoso.
Aggiungere l'olio e il burro e montare ancora per qualche secondo. Unire quindi la semola, il sale e il lievito. Far riposare l'impasto in frigorifero per almeno un'ora.
Disporre dello zucchero a velo in un piatto e foderare una teglia con cartaforno.
Prelevare delle porzioni di pasta grandi circa come una noce e, facendole rotolare tra le mani, ottenere delle sfere. Rotolarle nello zucchero a velo e schiacciare la sfera sulla teglia fino ad ottenere delle mezze sfere.
Attenzione: Per evitare che l'impasto si attacchi alle mani è conveniente ricoprirle di zucchero a velo quando si formano le palline.
Cuocere in forno per 15-20 minuti a 170°C. Il biscotto è pronto quando presenta sulla superficie le "classiche" crepe.

23 comments:

  1. Li ho fatti e mi sono piaciuti moltissimo, ecco il link

    http://laforestaincantata.blogspot.com/2009/07/promesse-di-vacanza-e-suggestioni.html

    Grazie per la ricetta!

    ReplyDelete
  2. Che belli questi biscotti li proverò!

    ReplyDelete
  3. @Geillis...sono contenta che ti siano piaciuti, sono dolci semplici ma uno tira l'altro!

    @Mary... grazie per la fiducia! E' merito di Geillis di averli rispolverati: sperimentando sempre nuove ricette abbandono quelle vecchie che invece meriterebbero di essere rifatte più spesso.

    ReplyDelete
  4. bellissimi, li trovo anch leggeri

    ReplyDelete
  5. @Solidea... così leggeri che dalla ricetta potrebbero sembrare cattivi. e invece sono molto gradevoli!

    ReplyDelete
  6. Grazie per la ricetta ci sono piaciuti tantissimo,li ho modificati un pò aromatizzandoli al limone... fantastici!

    ReplyDelete
  7. @ilcucchiaiodoro... sono felice che ti siano piaciuti! Ha fatto bene a farmeli ricordare: oltre alla farina di castagne ho anche un po' di semola da dover consumare :o) pensavo di fare le scacce ma anche questi biscottini nonsonoda sottovalutare.

    ReplyDelete
  8. anche se ti avevo citato non te lo avevo mai scritto: che testa! :D
    http://ilmondodiluvi.blogspot.com/2008/03/ghoriba.html
    ottimi li ho fatti tantissimi volte.
    Hai fatto tre ricette di dolci da quel libro? Grazie

    ReplyDelete
  9. @Luvi... è davvero una ricetta sorprendente :o)
    Purtroppo da quel libro nonho fatto altre ricette: vengo sempre colpita dalle ricette che vedo in rete trascurando i libri che ho in casa.

    ReplyDelete
  10. Li ho fatti!! Buonissimi e ti ho linkato sul mio blog...non ti dispiace, vero???ciao Patrizia
    http://marmellatadicoccolepatrizia.blogspot.com/2012/01/s-valentinoprove-tecniche.html?spref=fb

    ReplyDelete
  11. Ciao :)
    Grazie per la ricetta sono venuti benissimo anche a me :D

    http://oggisimangia.wordpress.com/2012/03/03/ghoriba-biscotti-marocchini/

    Per la forma credo che invece di una pallina poi appiattita, di debba fare prima la sfera per avere la parte tondeggiante e poi un cilindretto, a me facendo così sono venute le semisfere
    Comunque grazie! :)

    ReplyDelete
  12. @Daniela... È proprio una buona ricetta! Grazie per i commenti sulla forma, sono da provare.

    @Patrizia... Con un po' di ritardo volevo dirti che ho visto i tuoi ghoriba rosa e sono meravigliosi!!!

    ReplyDelete
  13. Grazie,è un bel pò che li faccio!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie a te! Sono contenta che siano piaciuti e che vengano bene.

      Delete
  14. ciao, ho fatto metà dose nn mi sono venuti bene, dvo rimacinare la semola? grazie ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. @yvonne... Ciao! Io acquisto direttamente la semola rimacinata, quella che si usa per il pane o per le scacce :o)

      Delete
  15. Ecco il prossimo biscotto da provare e un libro da aggiungere nella mia libreria!;)

    ReplyDelete
  16. @Serena... Il libro è stato una lettura davvero poacevole per le introduzioni a capitoli e/o ricette... Purtroppo ho provato poche ricette perchè quelle interessanti sono spesso un po' laboriose

    ReplyDelete
    Replies
    1. Eccoli! http://sfizievizi.blogspot.it/2012/12/ghoriba-ovvero-i-misteriosi-biscotti-di.html

      Delete
  17. http://it.paperblog.com/ghoriba-biscotti-marocchini-di-semola-44971/

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Luvi, scusa se non ho risposto prima, grazie per avermi segnalato la ricetta.

      Delete
  18. Ciao cara, non sono stupendi come i tuoi ma ecco i miei biscotti! grazie per la ricetta!!
    http://fioredizuppa.blogspot.it/2013/03/ricicliamo-la-farina-di-semola.html

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Sara! Perchè dici che non sono belli? per me sono molto carini!

      Delete