8.3.12

Trota Salmonata Mediterranea


Trota Mediterranea

Ultimamente ho dei ritmi un po' più frenetici del solito e così la cucina ne soffre, ma non rinuncio a cercare di mangiare sano.
Nonostante io sia carnivora per tradizione, quando posso, cerco di inserire il pesce nei menu. Come dice proprio oggi Mr. Bonilli non so bene che pesce mangio: ne conosco poche varietà e ne so cucinare ancora meno. Inoltre mi devo affidare al banco pescheria del supermercato, perchè non non ho nessun altro negozio comodo lungo i tragitti abituali.

La trota salmonata, venduta già a filetti, è un pesce semplice e più accettabile del persico che trovo orribile. E' quindi un pesce adatto anche a chi non lo sa cucinare. Capisco bene i timori che molti possono avere verso il pesce: anche io ne ero quasi terrorizzata, perchè nella mia famiglia nessuno lo sa preparare. Le uniche varietà di pesce che venivano cucinate erano la sogliola e la rivoltante "bistecca di pesce", che altro non è che il palombo o verdesca. Dati questi traumi infantili mi sono sempre tenuta alla larga dal pesce, anche perchè con il tempo mia mamma ne è diventata iper-allergica, tanto da rischiare la vita, per cui il pesce in casa nostra non è più entrato.
Ora invece, che ho la mia cucina e ho seguito un corso, mi sono fatta coraggio e cerco di consumare pesce il più spesso possibile, sia a filetti che intero.
Quella di stasera, fotografata di corsa prima di infornarla, non è proprio una ricetta, ma un modo veloce e gradevole per mettere in tavola la cena :o)


Trota Salmonata Mediterranea

2 filetti di Trota Salmonata
Pomodori secchi
Aglio in camicia
Pinoli
Capperi
Olio
Sale

Su una teglia mettere due strisce di alluminio lievemente sovrapposte con sopra un foglio di cartaforno.
Sciacquare i due filetti e, preferibilmente, togliere le lische utilizzando l'apposita pinzetta.
Disporre i filetti affiancati sulla cartaforno con la pelle verso il basso. Cospargerli con poco olio e insaporirli con il sale. Con le forbici tagliare i pomodori secchi (così come sono) a strisce facendoli cadere sul pesce. Aggiungere pinoli a piacere, dei capperi risciacquati e sbriciolati con le mani, due spicchi di aglio e una spolverata di origano.
Chiudere a pacchetto il foglio di cartaforno, poi chiudere bene anche l'alluminio sigillando le estremità.
Cuocere in forno caldo a 170°C per 25-30 minuti.

Considrazioni: non importa far rinvenire i pomodori secchi perché cuocendo assorbiranno i liquidi del pesce.

7 comments:

  1. Ciao! buonissima con questo sapore mediterraneo! ne abbiamo un pò da parte e ci hai messo voglia di provarla così!
    bacioni

    ReplyDelete
  2. mi piace il tuo blog :) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche se sono alle prime armi :) ciao :)

    ReplyDelete
  3. @Manuela e Silvia... meglio ravvivare un po' la trota salmonata che per me, devo ammetterlo, non è di una bontà esaltante :o))))

    @ari/enza... ciao e grazie, certo che passerò a trovarti!

    ReplyDelete
  4. Anonymous20/3/12 16:10

    Ciao! io adoro la cucina mediterranea..soprattutto l'olio che ne è alla base. Uno dei miei preferiti è il Laudemio, che puoi trovare anche al supermercato.
    ciao
    valeria

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi sono accorta ora di non aver risposto... Scusa Valeria! Il laudemio è buonissimo, ma per ora ho la fortuna di riuscire ad avere olio toscano di piccoli produttori ;o)

      Delete
  5. Ciao. questa ricetta mi sembra deliziosa . Grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Un modo semplice per valorizzare un pesce un po anonimo.

      Delete