11.10.09

Il Bottino Parigino

Il Bottino Parigino

Ci si potrebbe chiedere se sono andata a Parigi per shopping o per visitare la citta... :o)
Di sicuro ho visitato dei bellissimi e fornitissimi negozi di attrezzature per la cucina!
Sono già segnati sulla mappa e come si può notare sono tutti geograficamente vicini (per cui comodissimi da visitare!), ma li elenco nuovamente qui.

Top dei top penso sia E. DEHILLERIN dove ho rischiato di svuotare il contocorrente ( sarebbe così stato un viaggio di divorzio invece che di anniversario :o) ). C'è da perdere la testa per la quantità di articoli, tutti in mostra per una spesa fai-da-te, anche se gli spazi sono davvero ristretti. Nonostante quello che avevo letto qua e là mi sono trovata benissimo con i commessi (addirittura scherzosi) che capiscono e parlano benissimo l'inglese. Non tutti però sono così: uno a cui ho chiesto "Do you speak English?" mi ha risposto con aria schifata e offesa "NO!" :o)

Poi ho acquistato anche da Simon che possiede due negozi affiancati: uno di casalinghi e uno più specializzato per risorazione e pasticceria.

Ho visitato poi MORA che ha un bel reparto dedicato alla decorazione dei dolci, ma non avendo delle idee chiare in testa non ho acquistato niente.

Tra Simon e Mora c'è poi La Bovida che dalla vetrina però non mi è sembrato un negozio specializzato come gli altri per cui non sono nemmeno entrata.

19 comments:

  1. Ora mi sciogli un dubbio.
    La stampo, la mappa, o me la tatuo direttamente sul polso così quando vado non mi perdo più?

    Simo, grazie mille per le segnalazioni. Il tuo bottino è molto ricco e interessante.
    Felice che tu abbia fatto un buon giro.

    ReplyDelete
  2. Quando sono stata a Parigi ho visitato esattamente gli stessi negozi di casalinghi :) però la Bovida mi è piaciuto. E' vero che il piano di sotto non invoglia ad entrare ma sopra ci sono delle cosine interessanti. Prevalentemente stampi, contenitori e simili usa&getta...era il più fornito di bicchierini di plastica che ora van tanto di moda :)

    ReplyDelete
  3. mamma mia che invidia!!ma mi segno tutto!!che forse a capodanno...forse....

    ReplyDelete
  4. ciao simo, ho annotato tutto!
    per il prossimo viaggio a parigi so dove fare il mio shopping.
    bello!

    ReplyDelete
  5. Devo proprio ritornare a Parigi, un po' per visitare le splendide cose che per questione di tempo mi sono persa durante il primo viaggio e poi perchè adesso ho delle mete imprescindibili in cui perdermi ;)
    Un bacione
    fra

    ReplyDelete
  6. Segnato! Chissà che prima o poi, a Parigi, riesca ad andare pure io :)

    ReplyDelete
  7. Mammamia che invidia...i cerchi per le crostatine! Grrrr, li vogliooooooooooo!

    ReplyDelete
  8. @Comida... Hai ragione, anche io dopo aver creato la mappa mi sono detta "e ora? in giro per parigi non avrò il computer con google maps!"
    Così ho creato un "triviale" pdf che ora metterò un po' a posto e pubblicherò ;o)

    @Fiordilatte... L'errore forse è stato quello di visitare prima gli altri e quindi avevo già una lista dei desideri praticamente infinita :o) I bicchierini alla fine non li ho comprati per la paura di non utilizzarli, ma li avrei presi tutti!!!

    @Genny... a capodanno mi sembra una idea bellissima!

    @Erika... preparati una lista precisa così non cadrai troppo in tentazione con acquisti sconsiderati!

    @Fra... anche io nel viaggio precedente avevo ignorato tutte queste meraviglie, ma ero troppo giovane ;o)

    @Azabel... ora con ryanair si trovano tante occasioni per cui Parigi è davvero accessibile.

    @Virginia... i cerchi ci sono di tantissime misure!!! sceglierne solo un tipo è stata durisssssssima!

    ReplyDelete
  9. Che sana invidia!!!tutte sti aggeggi mi fanno impazzire!!!!
    bacione

    ReplyDelete
  10. praticamente bisognerebbe entrare con le mani legate!!

    ReplyDelete
  11. uaaaa!!! fantastica! Che invidia!;))

    ReplyDelete
  12. che bella la tua mappa, salvata subito!

    ReplyDelete
  13. Credo proprio che dovrò organizzare un giretto a Parigi finalizzato solo allo shopping culinario. Cavoli, sono solo 3 ore di treno da qui. Devo farlo. E la tua mappa sarà preziosissima.
    Baci
    Alex

    ReplyDelete
  14. Che bello il tuo bottino ! Ora segno tutti gli indirizzi e spero presto di ... utilizzarli .Grazie . chiara

    ReplyDelete
  15. grazie simo, tante volte sono stata a parigi, tante ho evitato i negozi di cucina...è una città per me legata ad altro, piccoli antiquari, negozi di stoffe, di libri...ah, ecco, evitati ad eccezione del tè, e di alcuni posti dove comperare ciotole giapponesi e posate vecchie..insomma, di tutto, ma non negozi "tecnici". annoto :)

    ReplyDelete
  16. Che bel bottino, molto accurato ;-). "Purtroppo" io ce li ho vicini e ci scappa sempre qualcosa chedevo avereassolutamente. Buon fine settimana, mi sa' che ti divertirai con i nuovi "giocattoli"

    P.S. Ho un debole per Simon e Mora.

    ReplyDelete
  17. lol! ho visto la foto e ho pensato 'vuoi veder che Staximo è andata da dehillerin' e, eccoqua, cqfd ;-))

    ReplyDelete
  18. Anch'io quando sono andata a Parigi più che visitare ho mangiato e fatto shopping, non si può resistere a quelle vetrine meravigliose! Tra poco ci tornerò, ma la lista dei negozi e ristoranti cresce ogni giorno, sarà un altro tour di acquisti:)))

    ReplyDelete
  19. @tutti... è quasi pronta la versione pdf della mia mappa così non sarà necessario tatuarsela.

    @Alex... vivi proprio in un posto bellissimo se hai anche Parigi così vicina!

    @Artemisia... questa volta non potevo perdermii negozi tecnici, perchè io qua non riesco a trovare nulla. Ma la prossima volta che andrò a Parigi passerò prima da te per avere dei consigli diversi!

    @Sigrid... mi hai scoperto! :o) Ma era facile! Grazie per la tua guida utilissima!

    @Maccaveggieblog... io ero così impegnata a fare shopping e a visitare la città che ho mangiato poco e sono tornata anche con qualche kg in meno!

    ReplyDelete