27.4.09

Il pollo nel pacchetto

Pacchetti di Porro e Pollo al Timo
Post un po' di corsa; più del solito, devo ammettere. Avrei voluto scrivere prima, ma
sono ancora distrutta dal w-end di intensissime pulizie di post-Pasqua in cui abbiamo rivoltato casa e poi rimesso tutto a posto.

Pochissimo il tempo da dedicare alla cucina per cui sono ricorsa alle pietanze precotte (da me, ovviamente) e stivate in freezer.
Questi deliziosi e semplicissimi pacchettini invece li avevo cucinati ad inizio settimana trovando un modo gustoso per variare lievemente i pasti quotidiani. Le quantità precise non ci sono: essendo una ricetta da tutti i giorni deve essere veloce e anche pesare tutti gli ingredienti mi porta via troppo tempo.

Pacchetti di Porro e Pollo al Timo

Edito...
Grazie al commento di Virginia ho appreso del concorso indetto da Sandra di Un Tocco di Zenzero.
Visto che questa ricetta rientra precisa precisa nella categoria Polli, galline & C! parteciperò anche io al concorso! Sempre che aver già pubblicato la ricetta non pregiudichi la partecipazione.


Pacchettini di Porro e Pollo al Timo
x 4 persone

4 Sovracosce di Pollo
1 Porro
8 rametti di Timo
Olio, Sale e Pepe

Pulire il porro togliendo la sommità verde, il fondo e le prime foglie esterne. Praticare una incisione nel senso della lunghezza arrivando fino al centro, senza andare oltre, per mantenere la larghezza massima delle foglie. Separare delicatamente le foglie e sbollentarle brevemente per ammorbidirle (oppure passarle al microonde in una ciotola coperta per 1 minuto o poco più).
Togliere la pelle alle sovracosce e massaggiarle con olio, sale e pepe.
Disporre a croce 2 foglie di porro mettere, due piccoli rametti di timo al centro e sopra la sovracoscia con la parte esterna verso il basso. Chiudere il pacchetto sovrapponendo le strisce di porro. Ripetere le stesse operazioni con le altre sovracosce.
Ungere con poco olio una pirofila da forno e disporre i pacchettini con la chiusura verso il basso. Coprire la teglia con carta alluminio e metterla in forno caldo a 170°C.
Non appena il liquido che si formerà sul fondo inizia a bollire scoprire la teglia e cuocere per circa 30-40 minuti bagnando ogni tanto i pacchettini col fondo di cottura.



Vizualizza versione stampabile...

15 comments:

  1. Oddio, è tutto il giorno che faccio da ambasciatore...ma con delle ricette di pollo così originali, non posso farne a meno: Staximo, hai visto il concorso di Sandra (un tocco di zenzero)? Questa ricetta potrebbe proprio fare al caso suo...

    ReplyDelete
  2. No, non ho visto il concorso... non ho nemmeno il tempo per girare per blog purtroppo :o(
    Domani se mi riesce andrò a vedere, grazie per la segnalazione!

    ReplyDelete
  3. Mi piacciono molto i patti, ma anche il pollo!!!

    ReplyDelete
  4. davvero interessante questa ricetta!L'idea del pacchettino aromatico di porri è favolosa!
    bacione e buona giornata

    ReplyDelete
  5. Deve essere molto gustoso il pollo, avvolto nei porri ;-)

    ReplyDelete
  6. una meraviglia l'idea dei fagottini con i porri...chissà se ci riesco...

    ReplyDelete
  7. io facevo un arrosto con il succo d'arancia avvolto nelle foglie di porro, il pollo non l'avevo mai provato, ma se è una ricetta da tutti i giorni proverò, il tuo sembra molto buono

    ReplyDelete
  8. Oh, che bello! Era troppo fichissima questa ricetta per non partecipare!!!

    ReplyDelete
  9. Fantastico modo per preparare il pollo donandogli un po' di carattere
    bravissima
    un bacio
    fra

    ReplyDelete
  10. mi piace la tua idea...e che bel colore!

    ReplyDelete
  11. @Lydia... i piatti sono fatti a mano da un artigiano incontrato ad una fiera paesana: hanno colori bellissimi. Peccato non poterli comprare tutti!

    @Saretta... è simpatico e, secondo me, mantiene morbida la carne

    @Lenny... in effetti mi sono resa conto che il porro lo metto solo nelle zuppe: è sprecato :o)

    @Roberto... certo che ce la fai! i lievitati sono moooolto più complicati.

    @lise.charmel... sì, questa è una ricettina sciué sciué.

    @Virginia... grazie ancora per avermelo segnalato!

    @Fra... hai ragione, il pollo è molto versatile ma alla fine mi riduco sempre a prepararlo sempre negli stessi 2 o 3 modi.

    @Serendipity... tutto merito di un raggio di sole!!!

    ReplyDelete
  12. che si può fare anche con il petto vero???
    non sono grande amante delle carni bianche con l'osso...
    Peccato tutto petto!!!

    Ciao e grazie sono molto carini!
    V

    ReplyDelete
  13. Complimenti per il tuo blog, grazie per la tua passione.

    Ho trovato molta più abilità e "risultati" nel tuo blog ed in quelli segnalati, che nel lavoro che si fa oggi nella maggior parte dei ristoranti.

    Penso che il futuro dell'alta cucina sia in mano di chi ha passione per il cibo, sia che faccia cucina molecolare o che faccia il pollo nel porro.

    Ho trovato il tuo blog per caso, mentre cercavo consigli su come fotografare i miei piatti, le foto che faccio io non mi piacciono, e anche quelle che i giornalisti fanno ai miei piatti non mi piacciono, arrivano con ombrelli argentati, flash spaziali e un sacco di attrezzi, e poi le foto non rendono il piatto come vorrei io.

    Mi piacciono le tue foto sei bravissima.
    Ho deciso di imparare.
    Uno Chef

    ReplyDelete
  14. i pacchetti mi piacciono sempre, sono una promessa, un regalo, una sorpresa... magnifico questo colore giallo.

    ReplyDelete
  15. @Valentina... Direi che si possa fare anche con il petto, ti consiglio però di mantenere coperta la teglia più a lungo per evitare che il petto si secchi. Se poi c'è troppo liquido lo farai restringere in un pentolino.

    @salutisalatisaltati... grazie per i complimenti, penso però che cucinare per hobby nel tempo libero sia più "facile" che farlo per professione: niente stress e competizione per la sopravvivenza.
    Per le foto, e per quanto ti è possibile, usa la luce naturale. Poi c'è il post di helen che ho tradotto e che è ricco di suggerimenti.

    @Artemisia...hai ragione, i pacchetti sono più divertenti di un sovracoscia "nudo" con contorno ;o)

    ReplyDelete