29.5.07

Torta di fine inverno...


Da quando il Cavoletto l'ha pubblicata avevo deciso di provare la sua Torta all'Arancio: in tanti provano le sue ricette e io invece non ho ancora scopiazzato nulla!
Poi, mentre cercavo una ricetta per un budino sul libro "I dulz d'la sgnaura Albertina", ho trovato una ricetta molto ma molto simile e alla fine, con le ultime arance della stagione, l'ho provata visti gli ottimi risultati ottenuti in passato.

La torta è ottima: soffice e burrosa il giusto ma con un profumo di arancia che inebria.
Assolutamente da rifare il prossimo anno!
Ah...dimenticavo: con l'occasione ho finalmente provato il bellissimo stampo della Nordicware acquistato come souvenir durante il viaggio di nozze. Un prodotto di ottima fattura in grado di dare un "volto" nuovo anche ai dolci più classici.




Torta di Arance

3 Uova (circa 180-190 g)
160g Burro
190g Farina
190g Zucchero + 3 cucchiai
1/2 Bustina di Lievito Vanigliato
3 Arance Rosse
Scorza di arancia candita


Separare i tuorli dai bianchi e montare questi ultimi a neve.
In una ciotola mettere lo zucchero e il burro e montarli fino ad ottenere una crema bianca. Aggiungere i tuorli, uno alla volta, continuando a montare.
Aggiungere il succo di mezza arancia e la farina setacciata assieme al lievito. Unire quindi, con delicatezza, gli albumi montati.
Versare in una tortiera imburrata e infarinata. Cuocere per circa 45 minuti in forno a 170°C.
Nel frattempo preparare uno sciroppo con il succo delle rimanenti arance e 3 cucchiai di zucchero.
A cottura ultimata estrarre il dolce dal forno e sformarlo su un piatto piano, forare la suerfice con una forchetta e versare lo sciroppo affinché venga assorbito in modo uniforme.

Mentre il dolce cuoce e si raffredda è possibile preparare le scorze di arancia candita.

Ricetta rapida per le scorze di arancia candite

Sbucciare le arance e tagliare la scorza a striscioline sottili. Pesare le scorze e metterle in una padella antiaderente assieme ad un ugual peso di zucchero e poca acqua sufficiente a bagnarlo.
Porre sul fuoco e fare assorbire lo zucchero alle scorze mescolando in continuazione. Togliere dal fuoco e far rotolare le scorze in una teglia in cui è stato disposto uno strato di zucchero semolato.
Lasciare quindi asciugare le scorze.



Vizualizza versione stampabile...


Technorati Tags: /, ,

No comments:

Post a Comment