29.10.06

Gelatina di Mele Cotogne



Stiamo entrando nel periodo giusto di maturazione delle mele cotogne e sono quasi pronta per replicare l'esperimento fatto l'anno scorso e immortalato in questa foto di repertorio.
La ricetta è tratta dal libro di Christine Ferber "Mes Confitures" che ormai è diventato il mio punto di riferimento per marmellate e gelatine. Il libro è davvero bello perchè è le ricette sono ordinate secondo la stagione ed è corredato anche da bellissime foto.
Questa gelatina, ottima a colazione, è perfetta per essere abbinata anche a formaggi saporiti, ad es. un pecorino stagionato.

Gelatina di Mele Cotogne

1kg Succo di Mele Cotogne
700g Zucchero
1 Limone

Per il Succo.
Lavare e pulire dalla pelosità le mele cotogne. Tagliarle in quarti, togliere il torsolo metterle in una pentola coprendole, a filo, di acqua. Porre il tegame sul fuoco e lasciare bollire per 1 ora.
Prendere un telo di cotone finissimo con cui rivestire uno scolapasta, versarvi il contenuto della pentola di mele raccogliendo il succo in un altro recipiente. Non schacciare le mele ma lasciare filtrare per tutta la notte.
Il giorno seguente raccogliere il succo in un barattolo a chiusura ermetica e metterlo in frigorifero per far depositare eventuali sedimenti residui.

In una pentola pesare 1 kg di succo, aggiungervi lo zucchero e il succo di limone. Mescolare per sciogliere lo zucchero poi mettere sul fuoco e fare bollire a fiamma vivace.
Depositare una goccia del composto su un piattino per verificare la giusta consistenza della gelatina e invasare.

26.10.06

Dolce Rotolo



Questo è il classico dolce di "salvataggio".
Non c'è niente di dolce per la colazione della domenica?
Non erano stati previsti ospiti a cena e manca il dolce?
C'è un rinfresco per i colleghi del lavoro da organizzare al ritorno dal viaggio di nozze :o) e serve un dolce facilmente trasportabile e goloso?

Questo rotolo risolve tutti i problemi!
E' una ricetta semplicissima della mia amica Silvia che ho archiviato nella memoria da tantissimi anni e nei momenti di difficoltà mi viene sempre in aiuto.
Farcito con la Nutella è golosissimo e viene divorato da tutti, con la marmellata è più salutare, con gelato e frutta fresca diventa un ottimo semifreddo.


Dolce Rotolo

Ingredienti:
3 uova intere a temperatura ambiente
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina
Zucchero a velo per decorare


Si montano le uova intere con lo zucchero fino a quando sono ben spumose.
Si aggiunge la farina mescolando delicatamente.
Si stende sulla teglia del forno (leccarda) preventivamente ricoperta di cartaforno.
Si cuoce per pochi minuti alla temperatura normale per le torte (170° circa) fino a quando inizia a colorarsi (se cuoce troppo non si riesce ad arrotolare perchè diventa biscottoso).
Si spalma con nutella, marmellata, mousse, etc. e si arrotola aiutandosi con la cartaforno. Spolverare di zucchero a velo.

Fine :o)

Quello della foto è farcito con una marmellata di fragole homemade riuscita abbastanza bene: se riuscirò a ricordare quale ricetta ho usato la pubblicherò!

Search Tags: , ,

25.10.06

Aggiornamento Food e Wine Blog

Ci sono dei nuovi blog da aggiungere alla lista!
Li ho visti leggendo l'aggregatore del GamberoRosso e li inserirò al più presto tra gli altri link, qui un'anteprima.


Imbottigliato all'origine





Ricette Italia





Vinoclic Adv Blog







Search Tags:

24.10.06

Vi presento...


... la mia cucina nuova!

E' nuova per noi, ma l'abbiamo ottenuta già compresa nella casa, ci piaceva e l'abbiamo conservata.
Il disordine che vi regna, invece, è tutto mio ma volevo farla vedere così come è e come sarà normalmente, visto che essere disordinata è uno dei miei difetti.
La foto non è il massimo ma la luce, seppur abbondante, non era abbastanza e fuori era ormai già buio.
Sul tavolo c'è anche la nostra cena: una semplice pasta ai peperoni :o)

23.10.06

La Prima prima-colazione

La Prima prima-colazione

Ore 9 di Domenica 8 Ottobre.
Dopo il risveglio nella nuova casa abbiamo inaugurato la cucina facendo colazione.
Latte intero fresco proveniente da un caseificio della zona per me, caffè (nella tazzina Ikea rigorosamente sbrecciata) per Paolo, spremuta fresca e strudel proveniente direttamente da Dobbiaco.

La cucina era, ed è ancora, in uno stato embrionale.
Abbiamo iniziato con le poche cose che avevamo a disposizione:lo starter kit Ikea che Paolo aveva comprato 8 anni fa per la sua casa da single, i piatti collezionati con le mie raccolte punti, i tegami "ereditati" dalla mamma, il tavolo apribile di Paolo comperato al Mercatone Germanvox (precursore del MercatoneUno), 2 sedie.
Abbiamo scelto di iniziare così per fare in modo di modellare anche questa parte della casa secondo i nostri gusti e con il passare del tempo.
Già ora la cucina sta lentamente crescendo e "migliorando" :o)

10.10.06

Honeymoon...



La Signora e il Signor Staximo stanno per partire per il loro viaggio di nozze.
Al ritorno avrò grandi novità da mostrare: ora Staximo ha una cucina tutta sua piena di gadget nuovi di zecca da provare!!!!!!!!

A presto!!!!

3.10.06

Il pezzo mancante

Nel post precedente c'era tutto tranne la pizza :o) così ora rimedio.


Questa è la mia pizza più recente cotta con il mitico fornetto Ferrari!



La ricetta è semplicissima: acqua, farina, poco lievito di birra fresco più un pizzico di sale.
Ogni volta che faccio la pizza cerco di adattare i tempi di impasto e riposo alle mie esigenze.
Questa della foto, ad esempio, è iniziata come poolish fatto con acqua, 1/2 kg di farina e 5 grammi di lievito impastato alle 8:00 e lasciato in frigorifero fino alle 16:00.
Poi ho aggiunto 1kg. di farina, 10g di lievito, il sale e acqua q.b.
Lasciato lievitare fino al radoppio, stesa e cotta.

Per una ricetta un po' più precisa consiglio questa Pasta per Pizza di Clelia.
Da quando l'ho scoperta, un po' di anni fa, devo ammettere che la qualità della pizza casalinga è notevolmente aumentata rispetto alla ricetta precedente che richiedeva tantissimo lievito.

Search Tags: ,