24.10.14

Ricordi d'estate e qualche indirizzo


Fino a ieri era estate, mentre oggi siamo piombati nell'autunno con le giornate dall'aria frizzante. Fino a ieri credevo di essere ancora in tempo per un post sui ricordi d'estate e per segnalare qualche indirizzo interessante. Ora capisco di essere molto in ritardo (ultimamente sembra essere una costante) ma voglio comunque tenere traccia di questa lunga estate.


Sì, l'estate è stata lunga e sono stata un po' in giro, nonostante il meteo non sia stato sempre favorevole.

A Luglio piccola parentesi a Senigallia. Tempo molto incerto, un po' di pioggia, ma giorni piacevoli.

Gli appuntamenti irrinunciabili sono stati due: aperitivo alla Terrazza Marconi e cena da Carmen

Ad agosto, sperando nel bel tempo, avevamo optato per la montagna, destinazione Sesto Pusteria... ma solo per due giorni ci è stata risparmiata la pioggia. Però non ci siamo arresi e abbiamo camminato. Tanto che sono tornata a casa con un polpaccio infiammato :o(




In un momento di riposo siamo stati in visita alla Latteria Tre Cime: per vedere la lavorazione del formaggio bisogna pianificare la visita di mattina, dalle 8 alle 12, per cui tocca alzarsi un po' presto. Ma secondo me ne vale davvero la pena: da una terrazza vetrata si può osservare il lavoro del caseificio nei vari settori. Eravamo così stanchi e ci eravamo così appassionati ad ammirare l'abilità con cui venivano maneggiate le forme fresche di formaggio, che siamo stati a guardare per ben 3 ore! :o)
La latteria Tre Cime ha anche lo spaccio aziendale, ma per gli acquisti ho voluto provare il Caseificio di Sesto: non lasciatevi sfuggire il tipico Formaggio Grigio, oltre che tutto il resto, burro compreso!

A settembre abbiamo trascorso un fine settimana lungo a Dublino, che ci ha accolti con un tempo splendido: giornate soleggiate e calde, con solo una lieve foschia mattutina.


Abbiamo camminato tanto, per riuscire a visitare le varie parti della citta: le bellissime le case con le porte colorate e i comignoli allineati. Interessante la passeggiata verso il porto e lungo il Grand Canal: un alternarsi di moderno e antico, un po' in contrasto a volte, ma d'effetto.


Belli i Pub... molto diversi da quelli a cui ero abituata in Italia. Ogni strada poi può riservare una sorpresa, anche su un armadietto per la gestione dei semafori.


Siamo stati anche al mare e camminato sulle cliffs ammirando dall'alto le evoluzioni delle foche!


Ma in tutto questo camminare non potevamo certo trascurare l'aspetto gastronomico... D'obbligo l'assaggio della Guinness e dell'Irish Coffee, non uno qualsiasi, ma quello preparato con il whiskey Jameson presso l'omonima vecchia fabbrica, ora destinata a museo, dove è possibile visitare la ricostruzione delle varie fasi produttive e per 8 fortunati è possibile anche una degustazione per confrontare i vari tipi di whiskey.


Notevoli i dolci, che grazie allo splendido burro, sono buonissimi (in foto un apple crumble gigante e cotto al momento presso Octopussy's seafood)
L'esperienza più memorabile, devo ammettere che è stato l'High Tea presso lo storico hotel Shelbourne. Porcellane finissime, una scelta vastissima di tea, personale molto cortese, ambiente da favola, tartine salate e una alzatina a tre piani di dolci tra cui i classici scones davvero indimenticabili... Ho vissuto qualche ora come una regina!

No comments:

Post a Comment