5.1.11

Piccoli dispettosi Macarons

Macaron secondo la ricetta di Felder

Continuano i tentativi di emulare i successi di Pinella e Rita, ma con scarsi risultati.
Devo ammettere di essere solo al secondo tentativo e, rispetto al primo, un piccolo miglioramento l'ho notato, ma sono ancora molto lontana dall'ottenere un buon risultato estetico. Sì, perché il gusto non viene danneggiato da un macaron mal riuscito: forse la consistenza non è perfetta, ma sono comunque buonissimi.
Questa volta ho provato la ricetta dei macarons di Felder pubbicata da Pinella che prevede l'utilizzo della meringa italiana, cioè con lo sciroppo di zucchero caldo.

La difficoltà dei macarons, come ormai tutti sanno, è il macaronage, cioè la "spatolatura" del composto di meringa, farina di mandorle e zucchero a velo fino a fargli raggiungere la corretta consistenza. E' una ricetta per la quale è necessario "prenderci la mano", imparare a sentire istintivamente quando è il momento giusto di fermarsi con la spatolatura.
In questa occasione mi è stato utile guardare questo video, di cui ho trovato il link non so dove (forse sempre nel blog di Pinella???)

Per la ricetta rimando direttamente al post originale di Pinella, io ho realizzato la base dei macarons colorandola di giallino e per farcirli ho utilizzato la ricetta della ganache al pistacchio utilizzando però una pasta di pistacchi troppo blanda.

11 comments:

  1. anche tu oggi con una ricetta francese :-) Bhè Simona, secondo me ti son venuti bene, la mano immagino si prenda col tempo e la pratica. Io non saprei da dove cominciare.. Un augurio di buon anno!

    ReplyDelete
  2. Dispettosi ma bellissimi,la bontà la posso immaginare!!
    Ciao Francesca

    ReplyDelete
  3. io ho provato una volta sola e non mi sono venuti belli alti come dovrebbero e con la base allargata ... sicuramente sono una cosa difficile e da prenderci la mano, mi riprometto sempre di provare la ricetta di santin (che dicono dia buoni risultati!) ma ancora non ce l'ho fatta ... cmq i tuoi mi sembrano nella giusta direzione!
    un abbraccio e ancora tanti auguri!

    ReplyDelete
  4. La superficie sembra dalla foto liscia e regolare,è la collarette che mi sembra zoppicante.
    Come funziona il tuo forno?
    il composto messo nella sacca à poche tendeva ad uscire oppure era sostenuto?

    Comunque la ricetta di fELDER con la meringa all'italiana è quella da preferirsi se si è alle prime volte.

    ReplyDelete
  5. @FrancescaV... per cominciare basta fare un tentativo :o) ill procedimento è molto meno compicato di un prodotto lievitato e la riuscita è comunque buona anche se bruttina :o)

    @Torte&Decorazioni... bisognaavere qualcuno a cui regalarli/offrirli altrimenti sono una tentazione anche per i meno golosi!

    @Cindy... spero davvero di riuscire a farli, prima o poi!

    @Rita... il mio forno è a gas, quindi scalda solo sotto e non raggiunge grandi temperature che per fortuna qui non servono. Controllo la teperatura con un termometro da forno perchè la regolazione dalla manopola è completamente aleatoria. Dici che è impossibile farli col forno a gas?
    Per uello che riguarda il composto, nella sacca a poche tendeva ad uscire... era troppo lavorato?
    Grazie!!!!

    ReplyDelete
  6. Se l'impasto ti usciva da solo dalla sacca,era lavorato troppo.
    Quell'impasto di Felder è abbastanza sostenuto e da solo non esce.
    Però vista la collarette mi verrebbe a dire che è stato più un problema di cottura.
    Il tuo forno non ha la funzione ventilato?

    ReplyDelete
  7. è tanto che voglio provarli a fare ma ho sempre paura di non essere capace,magari seguirò i tuoi consigli e evado a sbirciare! Comunque questi sono bellissimi!

    Buona domenica,Donatella

    ReplyDelete
  8. @Rita... il mio forno è un po' preistorico :o) La cucina ha già 10 anni e il forno è tradizionale a gas. Per essere così fa già dei miracoli perchè riesco a fare pane e dolci.

    @ilcucchiaiodoro... consultando i blog di Rita e Pinella vedrai che troverai tante indicazioni utili per vincere l'esitazione!

    ReplyDelete
  9. Questa è una sfida che ancora non ho affrontato. Cmq concordo con Francesca, secondo me ti sono venuti benissimo.
    Un abbraccio

    ReplyDelete
  10. Sono passata di qui per caso, complimenti per il blog! Anche io ho provato a fare i macarons, mi sono venuti brutti da vedere ma buoni da manguìiare. I tuoi non sembrano poi così male. Ciao, un abbraccio

    ReplyDelete
  11. Ciao!! Volevo invitarti alla mia raccolta dedicata ai Macarons http://tanadelconiglio.blogspot.com/2011/02/la-mia-prima-raccolta-jadore-les.html
    A presto!
    Erika

    ReplyDelete