27.1.13

SoW 4: par condicio tra i lieviti

NoKneadBread

La scorsa settimana ho dedicato il post "Seen On (the) Web" al lievito madre con la ricetta del No-Knead-Bread. Questa settimana invece è il turno della ricetta originale del pane senza impasto, quella con il Lievito di Birra.
Lo so che ho inaugurato "Seen On (the) Web" per parlare delle ricette viste durante la settimana e non delle ricette in generale, ma la ricetta del No-Knead-Bread è una delle ricette che si è vista più spesso in rete, si potrebbe dire che è la regina del SoW!!! :o)

Non so dove ho visto la ricetta per la prima volta... forse sul blog di Elena. Ma la moda del senza-impasto non tramonta, infatti sono molto recenti i post di Martina , primo e secondo, e anche quello di Morena.
Il mio rapporto con il No-Knead-bread è stato difficoltso. Prima di provarlo è passato un bel po' di tempo e mi sono convinta solo dopo aver guardato molto bene il video condotto da Mark Bittman.
Le prime prove, nonostante avessi studiato, non sono state molto esaltanti. Il momento del ribaltamento della pagnotta lievitata nella pentola era molto critico: per almeno 2 volte ho sbagliato movimento e la pagnotta si è ripiegata su se stessa compromettendo il risultato. Adesso ho modificato la tecnica e ogni infornata è un successo :o)


Pane Senza Impasto con Lievito di Birra

400g Farina 00
100g Manitoba
2,5g di Lievito di Birra fresco (o 1g di Lievito di Birra secco)
1 cucchiaino abbondante di Sale
350 ml Acqua

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.
In una ciotola grande versare l'acqua e sciogliervi il lievito. Aggiungere le farine mescolate con il sale. Amalgamare l'impasto con una forchetta: si otterrà un impasto un po' "stracciato" e molto morbido.
Coprire la ciotola con pellicola trasparente e fare lievitare l’impasto a temperatura ambiente per 18 - 24 ore. In estate la lievitazione sarà più veloce rispetto all'inverno.
Quando è pronto, l’impasto apparirà aumentato di volume, molliccio e con molte bolle in superficie.
Rovesciare l'impasto su un piano abbondantemente infarinato. Spolverarlo con altra farina, quindi dare tre giri di pieghe a 3: tirare quattro lembi di impasto, portare il lato sinistro al centro, e ricoprirlo con l'altro lato rimuovendo l'eccesso di farina. Ruotare di 90°, appiattire leggemente e ripetere le pieghe. Ripetere il tutto un'altra volta.
Cospargere un canovaccio di farina, sistemare al centro l'impasto con le pieghe verso il basso. Spolverare ancora di farina e sistemare il canovaccio all'interno di una ciotola, ripiegare i lembi del canovaccio sull'impasto e sigilare la ciotola con pellicola trasparente. Lasciare lievitare 2 o 3 ore.
Pre-riscaldare il forno a 220°C e mettervi dentro a riscaldare un tegame dai bordi alti, non importa riscaldare il coperchio.
Quando forno e pentola sono ben caldi, togliere la pellicola dalla ciotola e aprire i bordi del canovaccio. Prendere un foglio di cartaforno (non troppo grande) appoggiarlo sulla ciotola e, tenendolo saldamente appoggiato ai bordi, ruotare la ciotola facendo così cadere l'impasto.
Estrarre la pentola dal forno, sistemarvi il foglio di cartaforno (che non deve sporgere), chiudere con il coperchio e rimettere velocemente in forno. Cuocere per 30-40 minuti, fino a quando il pane inizia a colorire. A questo punto togliere il pane dalla pentola, sistemarlo direttamente sulla griglia del forno e proseguire la cottura per altri 20 minuti a 200°C.
Sfornare e fare raffreddare su una griglia.


NoKneadBread

14 comments:

  1. Che meraviglia questo pane! Complimenti davvero,ti è riuscito alla perfezione,
    un abbraccio e buona domenica!
    Manuela

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Manuela, questo pane fa davvero tutto da solo, da grandissime soddisfazioni :)

      Delete
  2. Ho perso il post col lievito madre...lo recupero e intanto studio questo...buona serata cri

    ReplyDelete
  3. @Cri... Ho aggiornato il post mettendo il link a quello con il Lievito Madre, me ne ero scordata :)

    ReplyDelete
  4. ma che pentola hai usato Simona? mi piacerebbe un sacco provare!
    baci
    Sandra

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sandra... ho una pentola di quelle definite "pressofuse": è abbastanza pesante, ha diametro di 24cm ed è alta circa 12. Ha un coperchio in vetro e acciaio, senza parti plastiche.
      L'ho presa anni fa con i bollini del supermercato e giaceva inutilizzata in un angolo del mobile, ma ora ho trovato come utilizzarla al meglio! ;o)
      Però, dalle esperienze viste in rete, qualsiasi pentola va bene...
      Ciao!

      Delete
  5. Farà anche tutto da solo questo pane, ma è una meraviglia da vedere!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. @Elena... è un pane fotogenico :o)

      Delete
  6. il pane è la base, che profumo!!!!

    ReplyDelete
  7. wow che delizia, anche io ultimamente faccio spesso il pane :-))))

    ReplyDelete
    Replies
    1. @Giovanna... io quando faccio il pane sono più felice.... e tu? :o)

      Delete
    2. Anche io,l'ho fatto 3 giorni di seguito :-)))))))

      Delete
  8. Ma che meraviglia, ha un aspetto fantastico, mi viene voglia di provarci subito. Finora non sono andata oltre le focacce :-(

    ReplyDelete
    Replies
    1. Maria Grazia, questo pane è molto facile. Beata te che hai successo con le focacce: io non sono molto brava e i risultati deludenti...

      Delete