2.8.12

Progetto trnd: La confettura col Fruttapec


Ho partecipato ad un nuovo progetto organizzato dal sito trnd Italia. Questa volta il progetto consisteva nel provare insieme ad altri trnder il Fruttapec 2:1.
Ci ho pensato un po' prima di accettare l'invito e spedire quindi la mia candidatura per il progetto, perché preparo poche confetture in casa.
In casa non posso autoprodurmi la frutta e devo ammettere che mi dispiace acquistare la frutta per poi cuocerla. Inoltre la preparazione delle confetture che ho visto sempre fare a casa mia prevedeva luuuunghe bolliture e alla fine i barattolini preparati con frutta diversa avevano sempre lo stesso colore marrone scuro, dato dallo zucchero caramellato durante la cottura.

Così ho deciso di provare Fruttapec, che non fa altro che sfruttare una sostanza gelificante naturalmente contenuta nelle mele, la pectina, per consentire di bollire poco la frutta. Penso non ci sia da scandalizzarsi: anche la signora delle confetture, Christine Ferber, usa a suo vantaggio la pectina. Infatti, tante sue preparazioni a base di frutta con poca pectina (ad es pere e ciliegie), prevedono di utilizzare come ingrediente una gelatina di mele verdi, sostanzialmente un "brodo alla pectina", per evitare di stracuocere la frutta.
Il progetto trnd prevede l'invio ai partecipanti al progetto di uno starter kit contenente delle confezioni di Fruttapec da provare e altre da regalare agli amici.


Il compito del trnder è quello di testare personalmente il prodotto e di raccogliere i resoconti e le opinioni degli amici. Ricordo che, come già detto precedentemente, non c'è nessun compenso per questa attività... c'è solo il divertimento di partecipare e di parlare con altre persone.
Io ho inizialmente testato il prodotto preparando una confettura di ciliegie: seguendo il procedimento indicato nelle istruzioni del prodotto non si può sbagliare! La confettura è effettivamente pronta dopo 3 minuti!

Come in tutte le cose c'è qualche aspetto discutibile del prodotto.
La confettura di ciliegie ha una consistenza molto soda e gelatinosa... questo può piacere oppure no. Per la mia opinione preferirei che l'effetto della pectina fosse un po' più "blando".
Altra questione: lo zucchero. Con il Fruttapec 2:1 si usano 500g di zucchero per 1Kg di frutta pulita. La quantità elevata serve per garantire la consevazione del prodotto. Infatti una confettura cotta per così poco tempo contiene tanta acqua, se non ci fosse tanto zucchero le muffe si svilupperebbero molto rapidamente.
Esiste anche il Fruttapec 3:1 che permette di ridurre lo zucchero a 350g per 1kg di frutta.
Devo ammettere che non penso utilizzerò il Fruttapec 2:1 per le prossime confetture. Se fossi di fretta preferirei usare quello 3:1 per ridurre lo zucchero, ma con un po' di tempo a disposizione seguirei le ricette di Christine Ferber ;o) In passato ho provato la sua ricetta per la gelatina di mele cotogne ed è diventata un must di casa!

p.s.: questo è il post che avevo scritto in occasione del primo progetto con trnd

4 comments:

  1. Sono felice di vedere che anche tu sei pro-Fruttapec. Io all'inizio lo vedevo solo come un additivo che toglieva naturalezza alla marmellata homemade, ma studiandolo meglio, e soprattutto usandolo, ho scoperto che per alcuni tipi di marmellata è fondamentale, proprio per preservare colore, profumo e sapore come scrivi anche tu. Per cui per me è diventato fondamentale usarlo quando faccio la marmellata di fragole, ciliege, pesche, mentre ne faccio benissimo a meno per quelle di agrumi in genere, che sono già ricchi di pectina, e per quella d'uva abruzzese, che in ogni caso richiede una cottura lunga, secondo la procedura per fare la scrucchiata che ci tramandiamo noi in famiglia.
    Ciao!

    ReplyDelete
  2. io ho il fruttapec 3:1 e ancora non ho mai avuto il coraggio di usarlo! So che non è nulla di tremendo, e in teoria dovrebbe anche mantenere le proprietà della frutta visto che in pochi minuti è pronta ;))
    Però continuo ad avere paura che possa alterarne il sapore. Prima o poi mi ci butto e vediamo che accade ;)

    ReplyDelete
  3. @minpeppex... Non sono talebana in cucina, mi piace provare ed è il caso anche del fruttapec. La confettura d'uva abruzzese mi incuriosisce. Chiederò spegazione a mia suocera!

    @Giovanna... Non mi sembra che alteri il sapore: la marmellata della foto ha il sapore come quello delle ciliegie sciroppate. Sicuramente con i fruttapec 2:1 il risultato è molto dolce.

    ReplyDelete
  4. Così è come la faccio io (e come mi ricordo veniva fatto in casa) http://muffins4all.blogspot.it/2010/10/la-scrucchiata-o-sclucchiata.html

    ReplyDelete