25.5.10

FoodBlog Italia: nuovi arrivi Primavera Estate 2010 A-La

FoodBlog Italia Logo

Io spero che Muccapazza non passi di qua proprio oggi, altrimenti mi darà nuovamente della matta :o) Gia allo scorso aggiornamento aveva guardato il post e si era detto "ma come fa Staxy a continuare con questa lista? non si è ancora stufata????"
Bhè... a quanto pare no, non mi sono ancora stancata.
Forse perchè di blog nuovi ne trovo ancora tanti: anche questa volta ho dovuto dividere l'aggiornamento in due parti!

N.B.: ricordo che questo è un elenco di blog che ho recentemente trovato in rete,
non sono tutti i blog che ho "collezionato". La lista completa
si trova in questo post: Lista FoodBlog Italiani

A tutta cucina
Accantoalcamino's Blog
acquaviva scorre
Acquolina di Francesca
AcQuolinA! Blog Fermo
Agenda di Nico
Ai fornelli per passione
Ale only kitchen
alice nella cucina delle meraviglie
Amore in cucina - Labna
anna...
Arabafelice in cucina!
architettando in cucina
Aroma di casa
assaggidiviaggio

Bietolin@ in Cucin@
BigShade
Bontalaandia: il Paese delle Cose Buone!!!
Bouquet di sorrisi
Burro&Fragola's Blog
Busy Bee

cavoli a merenda
Cenerentola in cucina
Che Gusto Sa
Che mi dici?
Chefchezvous
Chez Denci
Cibario : il blog di Marco Bolasco
Cipolline sott'aceto
Coccole di marzapane
Con amore per amore
Confessions of a Food Stylist
Confidenze in cucina
conunpocodizucchero.it
craft-duck
Crea & Cucina... Con Fantasia
Cucina e Cucina di novelinadelorto
Cucina Vegetariana
Cucinare con me
Cuoca a tempo perso
Cuochella
Cuor di Panna

Dalla Padella Alla Brace
Dalla parte dei pasticcini
Davide Castoldi
Di Lisa, ed altre ricette.
Diario della mia cucina
Diario delle mie ricette
Dolcemente gustoso
DolceMente in Cucina - Fior di frolla ha cambiato indirizzo
Dolci Magie e Stelline Colorate
Dolci Tentazioni
dolci-decorazionietentazioni

easy to eat
Ecocucina
Emozioni in torte
Emy..tutto fumo..niente arrosto..

Fabio Zago
Fabipasticcio
Facefood - la rete che cucina
Fairies' kitchen
Fare e disfare...
Farina, lievito e fantasia
Fashion Flavors (Section Cooking)
fiori di cappero di Mimmo Alba
Food Blog
Food, Wine &
Food-ball Club
Foto e fornelli
FrancescoTramontano

gluticchia
gruppo KA
Gustosamente insieme


hiperica.blogspot.com
Hysteria Lane

I love cooking
I paciocchi di Francy
I Pasticci dello Ziopiero
Il Blog della Titti
Il Blog di Max
Il Blog di Norma
Il Blog di Pastificio dei Campi
il Blog Le farine magiche
Il Bosco degli Elfi...
il cantuccio di malu'
Il Cuore in Pentola
Il Gamberetto
il gattoghiotto
Il luppolo selvatico
Il mondo dal mio ufficio
Il paradiso in cucina
Il pennello di cioccolato
il posto delle briciole
Il preboggion
Il ricettario di Minnie
Il Ricettario di Sabrina
ilsestogusto
In cucina con Ambra
inchiostro e farina
InFusione
Io porto il dolce
Italian Linguini

Jag ar en glad lax

Kitchenette confidential

L'appetito vien mangiando
La Casa di Betty
La cucina degli Angeli
La cucina di Ombraluce
La Cucina Di Sacha
La cucina piccoLINA
La Cuoca Bionda Tra Fornelli E Baraonda
La cuoca che copia
la cuoca imperfetta
la cuoca pasticciona (Roberta)
La gaia celiaca
la gigadea
La mora di gelso
La pagina di Walter
La papera magra
La pasticcioneria
La Ricetta Perfetta
La stube di Max
La Tana della Volpe
La vetrina del Nanni
La via delle spezie
la voglia matta
la zuppa di bottoni
LaCaloriaSolitaria
l'acqua 'dorosa
L'albero della carambola
L'angolino di Nancy
Last in the kitchen
Lauretta in CuCiNa



19.5.10

La Storia del Pane di Casa Mia

Pane Semplice di Rinfresco: cotto

Da un po' di tempo, cioè da quando sono in possesso del Lievito Madre, il pane ho completamente smesso di comprarlo. Già prima non è che ne consumassimo molto: ad ogni giro in Toscana compravamo qualche filone di pane da congelare affettato oppure compravo del pane cotto a legna proveniente da Umbertide. Tutto questo perchè a mio marito il pane bolognese piace proprio poco. Anche il pane "toscano" che viene fatto nei forni qui in zona non è bello compatto come piace a lui, rimane sempre un po' arioso. Per quello che mi riguarda devo ammettere che, in fin dei conti, non vado matta per il pane bolognese: il problema è che non è per niente adatto per crostini e per la classica scarpetta :o)

La prima volta che ho provato a fare il pane conil Lievito Madre e secondo le istruzioni delle sorelle Simili mio marito ne è rimasto folgorato e ha detto che potevamo terminare la ricerca del panificio con il toscano più simile a quello dei suoi ricordi.
Quindi sono già alcuni mesi che ogni settimana faccio il pane in casa.
Già in passato avevo avuto il lievito madre, ma non so per quale motivo non sono mai riuscita ad ottenere un pane così semplice, buono e profumato. Forse perchè cercavo di creare un pane salato e condito, sbagliavo le proporzioni degli ingredienti e i risultati non erano sempre perfetti; soprattutto non ottenevo mai lo stesso pane per due volte di seguito!
Le foto di questo post le avevo fatte parecchio tempo fa, sullìonda dell'entusiasmo per il mio pane. Poi avevo rinunciato alla pubblicazione poiché ci sono tanti blog che parlano di Lievito Madre e questo pane è così semplice che non lo ritenevo più degno di comparire sul blog.
Devo ringraziare Rossella del blog Ma Che Ti Sei Mangiato perchè ha deciso di raccogliere le tante Storie di Lievito Madre e così sono uscita allo scoperto anche io con il mio pane semplice.




Il Pane Semplice di Rinfresco
metodo delle Sorelle Simili - Tempo di lievitazione indicativo: 4 - 5 ore
Questo pane è realizzato solamente con la pasta di rinfresco, cioè dalla pasta che rimane dopo aver alimentato il lievito con acqua e farina ed avere prelevato la porzione da conservare per la panificazione successiva. La quantità di pasta da utilizzare per il pane dipende quindi dalla quantità di lievito che si conserva.


Pasta di rinfresco, 600g
Farina

Prendere la pasta di rinfresco, lavorarla circa 10 minuti e formare una palla.
Pane Semplice di Rinfresco: la pasta

Appiattire la pasta formando un disco.
Pane Semplice di Rinfresco: appiattito

Avvolgere il disco di pasta formando un filone e cospargerlo di farina.
Pane Semplice di Rinfresco: filone formato

Prendere un pezzo di carta forno più lungo del filone. Porre il filone al centro, con la piega in basso e piegare i lati lunghi del foglio sul filone lasciando un po' di spazio ai lati.
Pane Semplice di Rinfresco: filone

Piegare quindi le altre estremità a pacchetto, lasciando sempre un po' di spazio per permettere al filone di lievitare.
Pane Semplice di Rinfresco: pacchetto

Chiudere il pacchetto all'interno di uno strofinaccio da cucina.
Pane Semplice di Rinfresco: pronto per lievitare

Sistemarlo in un contenitore in cui il filone possa stare steso e sigillare con pellicola trasparente.
Lasciare lievitare per 4 o 5 ore. Il filone è pronto per la cottura quando sulla superficie della pasta si saranno formate selle crepe abbastanza larghe (un po' di più di quelle in foto)
Pane Semplice di Rinfresco: lievitato

Togliere il pacchetto dal contenitore, eliminare lo strofinaccio, aprire il pacchetto di cartaforno e infornare a temperatura molto alta, 200°C circa. Cuocere per 20-30 minuti controllando la cottura.
Il pane è pronto quando si presenta ben dorato e picchiettando la superficie produrrà un suono come se all'interno fosse vuoto.




6.5.10

Pulizie in dispensa: cake con la farina di Castagne

Cake Variegato Cacao e Castagne


Questi giorni freschi mi stanno dando la possibilità di provare a smaltire tutte le scorte accumulate in dispensa, per evitare che vengano attaccate dalle malefiche farfalline.
Mi è rimasta della farina integrale, della tapioca e anche dell'avena per le quali ancora non ho trovato un impiego. La farina di castagne, per fortuna, è quasi agli sgoccioli. C'è però da dire che avendo un sapore così forte e marcato, la farina di castagne la utilizzo sempre in piccole quantità.

Per iniziare le pulizie della dispensa ho rielaborato livemente la ricetta della torta allo yogurt che ho trascritto sul mio quadernetto non so quando e non so da dove. Per rendere questo cake un po' più interessante l'ho arricchito con del cacao e con una variegatura ottenuta seguendo il metodo della torta zebrata. Di velocissima esecuzione è però molto gradevole ed è diventata la torta preferita dei miei nonni 95-enni !!! :o)
A breve proverò poi questa crostata proposta da Pinella e poi... si vedrà, ma spero che la farina finisca presto!!!


Cake Variegato Cacao e Castagne

120g Farina 00
80g Farina di Castagne
200g Zucchero semolato
250g Yogurt al naturale
80g Olio di Semi
3 Uova
1 bustina di Lievito Vanigliato
3 cucchiai di Cacao Amaro

In una ciotola mescolare le farine, lo zucchero e il lievito. In un'altra ciotola sbattere le uova, unire lo yogurt e l'olio.
Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e mescolare per ottenere un composto omogeneo.
Prelevare 1/3 dell'impasto e mescolarlo, nella ciotola usata per i liquidi, con il cacao. L'impasto potrebbe risultare molto denso: in caso di necessità diluirlo con qualche cucchiaio di latte.
Versare circa la metà dell'impasto bianco in uno stampo per plumcake imburrato e infarinato (o in uno di cartone come ho fatto io). Versare lpoi una parte dell'impasto al cacao al centro e per tutta la lunghezza. Versare poi la metà dell'impasto chiaro proprio sopra l'impasto al cacao e continuare così con il resto degli impasti versandoli sempre nel centro.


Vizualizza versione stampabile...