27.9.09

MDP facile

MDP Pane bianco
Continuano gli esperimenti con la macchina del pane. Il più recente è un pane con pomodori secchi e stracchino di cui non ho foto, davvero molto indicato per tartine saporite. Purtroppo anche in questo caso il bilanciamento dei liquidi penso fosse sbagliato e il pane mi si è afflosciato tutto da una parte.

Molto più semplice è invece realizzare pani con i mix già pronti che si trovano in commercio: ho avuto grandi successi! :o)
Quello nella foto in alto è realizzato con il Preparato per pane bianco del Mulino Spadoni (che avevo già realizzato anche a mano). Sulla confezione è scritto che nella ricetta è possibile sostituire fino a 100gr di farina con altri ingredienti. Io ho urilizzato un mix di noci tritate e uvetta liebemente ammollata in acqua.

MDP Pane semi
Questo qui sopra, invece, è un preparato per pane integrale con i semi acquistato al Lidl di cui mi sono scordata di riportare il nome. Più compatto del precedente m molto piacevole come sapore.

20.9.09

Con le prugne, per il prossimo anno

Dolce alle prugne
Ho inaugurato la riaccensione del forno dopo il caldo estivo utilizzando le ultime prugne della stagione per questo dolce alle prugne dal nome imprinunciabile: Zwetschgendatschi.
E' il dolce preferito di Alex, anche se io lo inserirei più nella categoria "focacce alla frutta" o in quella dei "dolci poco dolci" :o)

E' costituito da una base panosa sormontata da tante prugne a spicchi: cuocendo la frutta rilascia il suo succo che va a inzuppare la base. Pur non essendo dolcissimo è in realtà squisito e il prossimo anno lo dovrò sicuramente rifare.
Richiede una unica accortezza: non cuocere proppo la base, che non deve scurire. Come si può notare dalle foto io non sono riuscita ad attenermi a questa regola e l'ho stracotto. Tutta colpa del forno a gas :o(

Dolce alle prugne
La ricetta che ho seguito, diminuendo leggermente il lievito, è quella di Nicky e anche lei, come Alex, consigliano di servirla con una generosa dose di panna.
Purtroppo non ne ero provvista (non avevo in programma questo dolce) e così ho provato a rimediare con lo yogurt al naturale lievemente dolcificato. Non male come risultato.



Dolce alle Prugne
Zwetschgendatschi

300g Farina
8g Lievito fresco
50g Zucchero + 2 cucchiai
100ml Latte
50g Burro morbido
1 Uovo
1 pizzico di Sale
700g Prugne Stanley
Cannella
Mandorle a scaglie
Per servire: Yogurt al naturale addolcito

In una ciotola versare la farina, fare la fontana al centro. Sciogliere il lievito nel latte e versarlo nella fontana. Con una forchetta amalgamare una piccola parte di farina al latte creando una pastella molto liquida.
Coprire la ciotola con pellicola trasparenete e lasciare riposare 15-20 minuti: si dovranno formare delle bolle nella pastella.
Amalgamare quindi la pastella di latte e lievito con il resto della farina aggiungendo anche lo zucchero, il burro, l'uovo e solo alla fine il sale. Impastare per 5 minuti circa: la pasta dovrà risultare elastica. Se fosse troppo appiccicoda aggiungere un po' di farina, un cucchiaio alla volta.
Rimettere nella ciotola, coprire con la pellicola trasparente e lasciare lievitare 2 ore. L'impasto dovrà essere raddoppiato di volume.
Nel frattempo lavare le prugne, tagliarle a metà e togliere il nocciolo. Tagliarle poi in quarti.
Scaldare il forno a 170°C e foderare una teglia di 20x30cm con cartaforno. Ribaltare la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata e stenderla in un rettangolo di circa 1/2 cm di spessore e trasferirla nella teglia.
Ricoprire la superficie con le prugne lievemente sovrapposte. Spolverare le prugne prima con i 2 cucchiai di zucchero mescolati con un po' di cannella (se piace) e poi con le mandorle.
Infornare nella posizione intermedia del forno e cuocere per 20-30 minuti evitando che il fondo diventi troppo scuro.


Dolce alle prugne

16.9.09

Ricordi d'Abruzzo

Ricordo d'Abruzzo

Ridendo e scherzando è già un mese che le ferie sono finite. Per fortuna ci sono le foto che mantengono vivi i ricordi.



Ricordo d'Abruzzo

Ricordo d'Abruzzo

Ricordo d'Abruzzo

Ricordo d'Abruzzo

Ricordo d'Abruzzo

C'è anche un intruso ;o)

7.9.09

Pomodori di Fine Estate

Pomodori Tonno e Maionese
Che sia già il momento di dire "Arrivederci!" all'estate?
Qui è decisamente più fresco e la cosa non mi dispiace per niente. Soffro molto il caldo, che mi trasforma in una sottospecie di bradipo pigro e privo di iniziativa.
Lo dimostra il fatto che, dal ritorno dalle vacanze, non ho mai cucinato. Sono sopravvissuta a base di frutta, insalata mista e tonno in scatola :o)
Poi mi sono ricordata di questi pomodori, che adoro!

In casa utilizzo così poco il pomodoro fresco che mi scordo dei modi in cui si può preparare: mio marito non ne sopporta neppure l'odore, anzi, quasi quasi sta male al solo vederlo.
Per una sera però oltre a sopportare me ha sopportato la vista dei pomodori ripieni con tonno e maionese. A dire il vero l'ho corrotto preparando un po' di ripieno in più che lui ha spalmato sui crostini.


Pomodori Ripieni con Tonno e Maionese
x 4 persone

4 Pomodori Oblunghi
4-6 cucchiai di Maionese
160g Tonno sott'Olio
1 cucchiaio di Capperi tritati
Sale

Tagliare i pomodori a metà nel senso della lunghezza e svuotalrli dai semi. Cospargere l'interno dei pomodori con poco sale e metterli a scolare in uno scolapasta per 15 minuti con la parte tagliata verso il basso.
Nel frattempo sbriciolare in una ciotola il tonno, aggiungere i capperi tritati e la maionese. Amalgamare bene e conservare in frigorifero.
Quando i pomodori hanno perso la loro acqua asciugarli sommariamente con carta da cucina e riempire ogni metà con l'impasto di maionese e tonno. Mettere in frigorifero fino al momento di consumarli.


Pomodori Tonno e Maionese

Per la maionese ho provato la ricetta dal blog Delicious Days di Nicky, perché si prepara rapidamente con il frullatore ad immersione ed è ottima!


Maionese Rapida

250 ml Olio di Semi di Arachide o Girasole
1 Uovo
1 cucchiaino di Senape
1 cucchiaio di Succo di Limone
Sale
IMPORTANTISSIMO: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente


Nel bicchiere in dotazione con il frullatore ad immersione versare prima l'uovo, poi senape e aceto, il sale e terminare con l'olio.
Inserire nel bicchiere il frullatore ad immersione appoggiandolo al fondo, coprendo l'uovo con l'alloggiamento delle lame.
Frullare partendo da una velocità media e umentandola fino a quando sul fondo si inizierà ad emulsionare e si formeranno dei "nastri" di maionese già formata. A questo punto alzare gradualmente il frullatore per incorporare tutto l'olio.
La maionese è pronta :o)


Per la maionese