31.8.09

Una settimana fa a Campli

Locandina

Le ferie sono finite da una settimana ma nel cuore e negli occhi (e pure sulla bilancia, purtroppo) sono rimasti tanti bei ricordi.
L'ultimo, in ordine temporale, è legato al piccolo comune di Campli in provincia di Teramo. In questo paesino, circondato da due "canyon", si celebra l'arte della porchetta.
In questa zona infatti c'è una tradizione centenaria per quello che riguarda questa preparazione gastronomica, che si tramanda di padre in figlio.

La particolarità di questa porchetta sta negli aromi utilizzati e nella modalità di cottura che permettono di apprezzare una carne morbida e profumata, ma senza sovrastare il sapore della carne stessa. Qui nel Bolognese, ad esempio, la porchetta oltre ad essere un po' secca è spesso troppo pepata.
A Campli sono due i venditori fissi: la macelleria Foco e la macelleria Cappuccelli situata in piazza. Poi ci sono i furgoni mobili, che sfidando le tortuose strade della provincia, portando la loro porchetta nei mercati settimanali.
Durante la Sagra della Porchetta Italica la porchetta è a disposizione dei frequentatori della sagra e della Giuria di Degustatori che premierà la porchetta migliore.
Per degustare la porchetta, utilizzando inumerosi tavoli messi a disposizione dai bar del paese, si può acquistare il classico panino, oppure solo la carne a peso. In entrambi i casi non manca mai anche un generoso pezzo di cotenna saporito e croccante.
Io ho rinunciato al panino per poter assaggiare il maggior numero di tipi diversi di porchetta. Dopo gli assaggi ho decretato il "mio" vincitore: la ditta Di Angelo Salvatore, poichè la sua porchetta è poco salata, non pepata, morbida sia calda che fredda.

Porchetta Ambulante

Porchetta e Noccioline

La Porchetta

Noccioline Calde

Cani randagi

Piccola nota stonata: in paese poi non mancano mai i cani randagi. Una piaga per i paesi dell'entroterra, che vengono utilizzati per scaricare lo scomodo quadrupede tanto amato prima delle vacanze.

4.8.09

Di Traslochi, Vacanze e altro...

A chi verrebbe in mente di cambiare arredamento ad una stanza, accettare un preventivo, sentirsi dire che i mobili arriveranno a metà settembre e non rendersi conto che ci sono di mezzo agosto e le vacanze, mobili vecchi da smontare, il loro contenuto da travasare (dove?!?!!?), la camera da ritinteggiare dopo aver spostato scatole elettriche con necessari buchi nel muro per le nuove canaline?!?!?!!?!?
Ma a me, ovviamente!!!!!!
Sono alcune settimane che vivo in una casa in cui sembra essere esplosa una bomba :o) con sacchi e scatoloni ovunque. Anche il forno è inagibile, un po' per il caldo, un po' perchè ogni spazio vuoto è stato riempito di materiale traslocato. Forno compreso.

Però devo ammettere di essere a buon punto e possiamo partire per le vacanze abbastanza tranquilli. Al ritorno ci aspetterà la tinteggiatura e lo sgombero del vecchio armadio verso un nuovo padrone e una nuova casa.
Ora meglio pensare alle vacanze.
Niente mare per me quest'anno: chi è in zona rischia di avvistarmi nei boschi del Parco Nazionale d'Abruzzo. Ovviamente verrà con noi anche Tosca: ho prenotato per tempo e sono riuscita a trovare una sistemazione che accolga anche lei. Adesso la ricerca sarebbe stata più facile grazie ai portali che sono nati: il sito del ministero del turismo Turisti a 4 zampe o il sito dell'ENPA Vacanze Bestiali.
Purtroppo so già che in Abruzzo vedrò tanti cani abbandonati: chi si reca sulla costa utilizza le colline retrostanti per lasciare il cagnolino che è diventato una presenza scomoda.
Sempre a proposito di vacanze io sogno Ischia, ho trovato tante proposte interessanti su Italytalia (segnalato da Stefanie), me lo sono segnato nei bookmark per il futuro, chissà...
Ma cosa farò in vacanza? il meno possibile :o) visto che sono sempre di corsa non voglio avere orari e impegni. Gli ultimi libri che ho letto erano best-sellers e mi hanno un po' delusa, così sto valutando l'acquisto di due libri un po' datati: Gli enigmi dei vedovi neri di Isaac Asimov e Il Centodelitti di Giorgio Scerbanenco.
Porterò poi con me anche un enorme pezzo di lino e uno schema di Renato Parolin che ho iniziato proprio ieri sera e che mi terra compagnia molto a lungo, penso, facendomi trascurare un po' la cucina.
Purtroppo non prevedo nessuna lettura gastronomica anche se le proposte di Sigrid sono allettanti: possiedo tanti libri, ma alla fine mi lascio sempre tentare dalle ricette di altri blogger.
La mia to-do-list è lunghissima ma a breve vorrei provare:




Ecco, ci sono ricascata: non sono ancora passate le vacanze e io mi sto già ipotecando il futuro :o)


Buone Vacanze a Tutti!!!