26.5.09

Fatica

Sono un po' stanca. Sarà il caldo o le 25 ore di lavoro tra domenica e lunedì, più il pregresso?
Non ho nemmeno voglia di cucinare e mangiare. Sarà colpa dei pasti ad orari assurdi e a base di pizza fredda o Menu McDonald's? :o)

Volevo solo dire che ho letto i commenti e le mail, che ho pronto l'elenco dei nuovi blog dalla M in poi ma devo spuntare ancora i doppioni... non appena recupero la lucidità (domenica mattina la mia sveglia ha suonato alle 4:15) e la disponibilità del mio tempo libero tornerò a postare e passerò anche a fare un giro per gli altri blog: ho dato una occhiata veloce al feed reader e ho visto che ho tantissimi arretrati!

18.5.09

FoodBlog Italia: tanti nuovi arrivi, dalla A alla L



Ho passato un w-end davvero intenso. Spervao di pubblicare questo post sabato, ma in tutta la giornata ho trascorso a casa solo un'ora!
Finalmente sono riuscita a mettere assieme tutti i link e a controllarli per non inserire doppioni, anche se a volte ci sono link che mi ingannano. Spero mi perdonerete.

Alessandro Cappotto ...

AlessiaStre

Anthony Bourdain mi fa...

az. agr. arianna occhipinti

babuska cooking

bimbylandia

Blog di Paolo Parisi

Cara Lulù

Che bolle in pentola

Ciccia Pasticcia

ClickAndCook.It

Colori e Sapori - i piaceri della tavola

Cookagna

cotto e crudo

Cuochetta

Dalla mia cucina alla tua

Dalle mie manine

Di nostra mano

Disgustoso Buongustaio

Dolcezze&crocette

eCucinando

El Paladar Feliz

FeederBlog

fiOrdivanilla

gingolotti

Hai mai visto una ranocchia volare?

heidi e peter

I dolci fanno felici

Il bistrot di Lise

Il Blog di eRistoranti.net

Il Blog di Paolino

il gaio mondo di Gaia

Il giardino dei mirtilli

Il gusto di cucinare... il gusto di mangiar bene

Il meraviglioso mondo di...

Il Mondo dei Dolci

Il Pandino Sopraffino

Il Pranzo di Lisette

Inthefoodxlove

Isafragola

Italialicious

Juls' Kitchen

Kitty's Kitchen

L'aroma del caffè

la buona cucina di katty

La cucina della mamma

la cucina della socia

La cucina di Flap

La cucina di Silvy

La cucina di Susana

La cuoca felice

La dévoratrice

La mia agenda

La principessa dul fornello

la tituzza d'oro

Le ricette di Trottolina

Le ricette più buone annotate

lella's space

Lievitando

light&delight

Lingue di gatto

Lo dici...

Lo Scief Scientifico

LoveToCook

luca trevisan

LudoTana Blog

11.5.09

Speedy Pizzette

Speedy Pizzette
Un giorno pensavo ad uno stuzzichino da preparare per una cenetta informale (come il 99,5% di tutte quelle che faccio, a dire il vero) e mi sono tornate in mente queste "pizzette".
Non ricordo quali siano stati i passaggi e i processi mentali che hanno riesumato questo finger food, sepolto sotto circa 25 anni di altri ricordi, gastronomici e non.

Avrò avuto poco più di 10 anni quando i miei genitori strinsero amicizia con altre famiglie che avevano i figli all'asilo con mio fratello. Questo gruppetto aveva come appuntamento fisso il sabato (o la domenica???) in cui ci sitrovava a turno a casa di una famiglia. I bambini giocavano tra loro, gli adulti oltre ad un sacco di chiaccere si divertivano giocando a "bestia" e, ovviamente, si mangiava.
Penso sia stata Anna, la mamma di Chiara, a proporre per prima queste pizzette-non-pizzette. Ricordo di averle mangiate spesso e anche mia madre le adottò come stuzzichino veloce per noi bambini. Quando fui più grande non so quante volte le ho preparate io stessa!
Poi l'oblio.
Le pizzette sono finite nel dimenticatoio per decenni. Fino a qalche giorno fa, quando mi sono quasi commossa nel riassaggiarle.

Speedy Pizzette
x 2 teglie

12 fette di Pancarrè
1 Mozzarella
1 tazza di passata di Pomodoro
2 cucchiai di olio
2 cucchiaini colmi di Origano
Sale


Privare le fette di pancarrè della crosta e con un taglio a croce dividerle in 4 quadratini.
In una ciotola emulsionare la passata con l'olio, l'origano e il sale.
Tagliare la mozzarella a dadini.
Disporre i quadratini di pane nelle teglie da forno, su ogni quadratino versare un cucchiaino di passata e 2 o 3 dadini di mozzarella.
Passare in forno caldo fino a quando la mozzarella si scioglie. Servire calde.


Vizualizza versione stampabile...

Speedy Pizzette

3.5.09

Bubble Trifle

Bubble Trifle
Ebbene sì, ancora un dolce a base di tapioca, molto più buono del precedente, devo ammettere.
Viste le ingenti scorte di perle di tapioca non ho saputo resistere quando Sandra a pubblicato questo parfait al rabarbaro.

L'idea è semplicissima, ma io non ci avrei mai pensato, poiché non avvezza all'uso della tapioca: utilizzare le perle per addensare una classica crema alla vaniglia, invece di utilizzare la farina.
Si crea così un dolce dalla consistenza inusuale e perfetto per i periodi caldi quando si dirà "Arrivederci!" all'utilizzo del forno.
Mi sono limitata a trasformare il Parfait di Sandra in un trifle alle fragole, più facili da reperire rispetto al rabarbaro.


Bubble Trifle
x 6 Trifle monoporzione
Per la Chantilly alla Tapioca:

500 ml Latte (+ eventualmente altri 100ml)
2 cucchiai rasi di Perle di Tapioca
2 Uova intere
70g Zucchero
1 pizzico di sale
1/2 stecca di Vaniglia
150g Panna da montare

Per la composta di Fragole:

600g Fragole
250g Zucchero
5 bacche di Cardamomo

Per la composizione:

16 dischi del diametro del bicchiere ricavati da fette di 1 cm di spessore di Colomba Pasquale (o altro)

La composta di fragole può essere realizzata fino ad una settimana prima della realizzazione del trifle.
Pulire le fragole eliminando il picciolo, tagliarle a metà e porle in una pentola con lo zucchero e il cardamomo schiacciato e chiuso in un sacchettino di tela. Mescolare e lasciare riposare 4 o 5 ore affinché le fragole rilascino il loro succo.
Trascorso questo tempo togliere le fragole dal tegame lasciando solo il succo ( e il cardamomo ), metterlo sul fuoco e portarlo ad ebollizione. Fare cuocere per 5 minuti, spegere il fuoco e versare le fragole nel succo bollente. Mescolare e lasciare intiepidire.
Ripetere quindi l'operazione, ma non spegnere il fuoco quando si buttano le fragole nel succo bollente, bensì mescolare, riportare ad ebollizione e cuocere 10 minuti. Lasciare raffreddare e conservare in frigorifero fino all'utilizzo.
Il giorno precedente alla composizione del dolce realizzare la crema.
In un pentolino mescolare le uova con lo zucchero, la tapioca e aggiungere il latte. Lasciare riposare 5 minuti.
Aggiungere la vaniglia tagliata a metà e mettere sul fuoco portando ad ebollizione e cuocere finché le perle diventano completamente trasparenti (20 minuti circa). Se la crema addensasse troppo aggiungere, un po' alla volta, l'altro latte.
Togliere la stecca di vaniglia, lasciare raffreddare e porre in frigorifero.
Per realizzare il trfle: montare la panna, ma non farla diventare troppo ferma. Unire delicatamente la panna alla crema alla vaniglia.
Sul fondo dei bicchieri mettere un disco di pasta, aggiungere qualche fragola e un po' di succo, coprire con la chantilly alla Tapioca. Ripetere gli strati e decorare con mezza fragola.
Conservare in frigorifero fino al momento di servire il dolce.



Vizualizza versione stampabile...