14.11.08

Nodi Sfiziosi

Nodini Sfiziosi
Inizia a fare freddino e si sta in casa più volentieri. Dopo il periodo estivo dedicato a cene fredde in terrazza o grigliate, in questa stagione inizia per me il periodo preferito per invitare amici e parenti a casa.

11.11.08

FoodBlog Italia: aggiornamento autunnale 1/2

FoodBlogIT
Ecco qui la prima parte dei nuovi/aggiornati foodblog italiani che ho trovato negli ultimi tempi.

Sono davvero tantissimi, per cui perdonatemi le ripetizioni: il controllo incrociato con quelli già in lista è un po' complicato. Infatti non ho mai organizzato un "database" decente e il controllo è completamente manuale!


1 notte in cucina
A scuola di cucina
acquacotta
Ad occhi chiusi
al lardo! al lardo!
amaradolcezza
Amnèsia... di profumi
An Italian in the US
anemone's corner
arcicuoca
ascolto, scruto e...
Basilico and Co. ha cambiato indirizzo
Blog di cucina
BlogGoloso
C'è di mezzo il mare
Cecilia in cucina
Che bontà !
Chef per caso
Chiodo di Garofano
ci penso...
CiboVino.com
Ciccioria
cobrizo
COMFORT FOOD
con un po' di yogurt e frutti di bosco...
consumazione obbligatoria
Cooking Mama
cotto al vapore
Croce e Delizia
CUCINA & CANTINA BLOG
Cuoche a casa mia
Cuoco per Passione
DELIZIE & PASTICCI
Diario di una Passione | Le ricette di Ady ha cambiato indirizzo
Dittatura gastronomica
Dolce mania per la pasticceria
dolci a ...gogo!!!
dragus food
Eatalian, Italian style made by Italians
Elis cucina per voi!
Essenza di vaniglia
Fantasilandia
FOLLIEINCUCINA: due amiche una passione
Fuori menù
gatti fili e farina
Gioella, le mie dolci passioni
gliamorididida
Gusto & Gusto
i dolci di bice
I numeri del vino
I piaceri della vita
Il blog di Lalla
Il cucchiaio di legno
Il Cuoco e la Formica Blog
il dolce forno di may
Il mattarello
Il mio ricettario
Il mondo di Milla
Il sergente pepe
IlaComida
In cucina con me (Tittina)
IO.... DANIELA59
italiadop
Kika
Kitchen qb
KRIS FOTO
La Boutique del Gusto
LA CASA DEL GUSTO di PRINCICCI
La cucina di Paola Grossi
La CuOcA PeR GiOcO
la frenk
La Gioi
La grande abbuffata
LA MELA STREGATA
La Montagna Incantata
La Pancia Piena
la pera cotta
La Pinta Medicea
La Sere
La Tana del Gusto
la terra dei violini
La volpe e l'uva
la zuccheriera
L'ape felice
L'arte suprema
Le delizie della giovane età 
Le mille e una delizia ...
Le pubbliche relazioni del vino
le pupille gustative
Le ricette del bosco
Le ricette del Secco
Le Vinagre
Lievito e Spine
l'ingrediente principale
L'omin di panpepato

4.11.08

Cuocere l'Acqua

Acquacotta
L'idea di cuocere l'acqua mi parve un po' strana, ma quando mi dissero:
"Oggi a pranzo ci sarà l'Acquacotta"
a cosa potevo pensare?
Non avevo mai sentito parlare di una pietanza dal nome così buffo e nella mia testa si formò immediatamente l'immagine di un piatto fumante di acqua bollente. Non molto appetitoso, a dire il vero.

Questo dimostra, la mia ignoranza sconfinata, in materia di cucina regionale. Certo che, in Italia con le tradizioni che si modificano ogni 10km, non è proprio facile memorizzare tutti i piatti tipici esistenti.
L'Acquacotta è un piatto povero della cucina Maremmana e si basa su ingredienti semplici quali pane secco, cipolle, verdure e uova. Il pane secco "rianimato" da un brodo di verdure e accompagnato da un uovo rappresentava infatti un ottimo pasto in una economia domestica a volte molto precaria.
La versione più classica prevede di disporre il pane nei piatti ricoprirlo con il brodo bollente e di sgusciarvi sopra un uovo che si cuoce con il calore, oppure cuocere le uova in camicia direttamente nel brodo.
Questa invece è una versione un po' arricchita e la riporto così come mi è stata insegnata.


Acquacotta
x 4 persone


400gr Pane Toscano
3 Cipolle Dorate
1 cuore di Sedano, foglie bianche comprese
1/2 Carota
1 bicchiedre di Olio E.V. di Oliva
1 Pomodoro piccolo
5 foglie di Salvia
1 rametto di Rosmarino
1 l acqua
3 foglie di Basilico
4 uova
80g Grana
Maggiorana e Nepitella
Per servire:
Cipollina Fresca

Qualche giorno prima della preparazione acquistare il pane e tagliarlo a fette sottilissime e farlo seccare. Disporlo quindi in una pirofila realizzando 2 (massimo 3) strati.
In una pentola dal fondo pesante mettere le cipolle affettate molto fini, il sedano a striscioline e la carota a pezzetti (non sminuzzata). Aggiungere l'olio e accendere il fuoco. Cuocere coperto a fiamma bassissima fino a quando le cipolle saranno spappolate, saranno necessarie 2 o 3 ore.
Aggiungere quindi il pomodoro spellato, senza semi e tagliato a piccoli dadini; la salvia a striscioline sottilissime; gli aghi del rosmarino tritati molto piccoli.
Fare cuocere 15 minuti e aggiungere 1 l acqua. Regolare di sale e pepe. Fare quindi bollire 10 minuti. negli ultimi 5 minuti aggiungere il basilico intero e i rametti di maggiorana e nepitella.
In una ciotola sbattere le uova con il formaggio grattugiato e buttarle nel brodo in ebollizione. Mescolare rapidamente per 1 minuto a fiamma accesa affinché non si formino fili. Spegnere il fuoco e continuare a mescolare per un po'.
Con un mestolo forato raccogliere la parte solida del brodo e disporla in modo uniforme sul pane. Versare quindi il brodo senza eccedere: si deve versare solo quello che basta per inzuppare il pane senza che via sia liquido nel fondo della pirofila. Coprire con carta stgnola e far riposare 10 minuti.
Trascorso questo tempo aggiungere brodo se il pane appare troppo asciutto quindi servire a porzioni nei piatti.
Portare in tavola una parte del brodo avanzato per coloro che amano una preparazione più liquida e la cipolla fresca da tritare, a piacimento, direttamente su ogni porzione.

Note:
- Il pane deve essere compatto, preferibilmente cotto a legna e realizzato mediante lievitazione naturale.
- A primavera si possono aggiungere asparagi selvatici nel momento in cui si aggiunge il pomodoro.


Acquacotta

Vizualizza versione stampabile...