27.7.07

C&C&C


C come Compleanno

Con quasi una settimana di ritardo oggi festeggio il Compleanno del Blog.
Ho iniziato questa avventura il 21 Luglio 2005 e in questi anni ho collezionato tante ricette, tantissime foto e molti commenti.
La spinta per andare avanti è data ovviamente dalla passione per il cibo ma una grossa parte è dovuta a tutti coloro che leggono e che mi lasciano un commento: Grazie!

C come Creazioni

Una domanda innocua di Poppea Serpilla all'interno di Travian mi ha fatto cercare, trovare e nascere l'idea di provare (come test) un servizio gratuito per la creazione di forum.
Pensavo di tenere la prova "nascosta" poichè era nata solo per studiare il funzionamento di una piattaforma e le varie possibilità...
Poi, pensando al compleanno del blog ho pensato di rendere pubblico che Lo Spazio di Staximo ha ora anche un Forum di Discussione.
In preda ad un eccesso di fantasia l'ho chiamato "Il Forum di Staximo" :o) e per ora è ancora in fase embrionale e con la grafica un po' improvvisata.
A cosa serve?
bho, una idea chiarissima ancora non ce l'ho ma penso possa servire a chiaccherare più agevolmente che con i commenti ai vari post.


C come Compiti per le Vacanze

Se ci sono i compiti per le vacanze allora vuol dire che ci sono, appunto, ache le vacanze?
La risposta è sì:

Lo Spazio di Staximo
sarà in Ferie
dal 28/07/2007 al 03/09/2007


Quest'anno mi concedo un periodo lunghissimo di ferie: ho bisogno di riposo per ricaricarmi.
Cercherò di lavorare dietro le quinte per sistemare tanti piccoli particolari che ho trascurato negli ultimi mesi.

Buone Vacanze a Tutti!

24.7.07

Menu: quale secondo?


Nonostante il caldo delle ultime settimane sto passando tutto il mio tempo libero attorno ai fornelli. No, non sto preparando decine di nuovi post per il blog. Ho organizzato un po' di cene con amici che richiedono i doverosi preparativi.
Nella preparazione del menu per un pranzo/cena il mio punto debole è il secondo. Non dispongo di una tradizione familiare ricca di ricette perchè il secondo principe nei pranzi di famiglia è il lesso e in alternativa l'arrosto di maiale. Per i pranzi informali, invece, sono immancabili le scaloppine ai funghi.
Così ogni volta che penso ad un menu devo fare sforzi notevoli per abbandonare la monotonia del passato e trovare qualche ricetta "attraente" che sia possibilmente in armonia con la stagione e il resto del menu.
Una scoperta relativamente recente è il falsomagro alla catanese di Sica, utente del forum di Gennarino.
L'ho servito accompagnandolo con piselli rosolati con cipolla e con peperoni arrostiti con le molliche di pane.
Mi limito a riportare la ricetta che merita di essere provata!

Falsomagro alla Catanese
400g Vitello in una unica fetta
100g Pancetta Fresca a fette sottili
250g Manzo macinato
70g Parmigiano
5 Uova
1 Cipolla
Mollica di pane fresco
Latte
Vino bianco
Olio E.V. di Oliva
Brodo vegetale
Noce moscata
Sale e pepe


Rivestire perfettamente la fetta di vitello con la pancetta.
Lavorare la carne macinata con un uovo, la mollica di pane bagnata nel latte, il parmigiano, sale, pepe e noce moscata. Stendere l'impasto sulla pancetta livellandolo.
A parte bollire le quattro uova rimaste, sino a farle diventare sode. Farle raffreddare con l'acqua fredda e sbucciarle. Tagliare le estremità a punta delle uova e sistemarle intere sulla carne tritata in modo che le parti tagliate combacino.
Arrotolare la carne sulle uova fino ad ottenere un rotolo perfettamente chiuso, cucire i bordi sigillando bene i due estremi in modo che le uova non possano uscire.
Legare il rotolo ben stretto con spago da cucina.
In una padella scaldare un po' di olio e rosolare il rotolo.
In una casseruola dai bordi alti rosolare la cipolla tritata con olio. Unire quindi il rotolo rosolato e sfumare con il vino.
Aggiungere quindi il brodo e coprire la casseruola. Lasciare cuocere a fuoco basso per circa un'ora girando il rotolo a metà cottura.
Lasciare raffreddare e poi tagliare il falsomagro a fette. Fare restringere il liquido di cottura e versarlo sulle fette di carne già disposte sul piatto di portata.
Sevire.

Nota: Ho lasciato le dosi indicate da Sica anche se io ho fatto tutto ad occhio poichè avevo una fetta di carne di vitello più grande.

20.7.07

La Crêpes Applicata

Dopo aver dato la ricetta base per le crêpes mi sembra d'obbligo mettere anche una ricetta che le utilizzi.
Quando penso alla crêpes penso sempre al dolce più che al salato. Mi piacciono le crêpes semplici con la crema, con zucchero e Grand Mariner e... con la Nutella!
Ragionando sull'abbinamento crêpes/cioccolata e sul desiderio di mangiare una tortina senza però metter mano al forno ho realizzato questa millefoglie.
Però ho fatto un disastro :o(
Volevo ricoprirla con un "frosting" al cioccolato bianco... ho così preparato una mousse ma mi è venuta troppo liquida e colava ovunque. Non metterò quindi la ricetta della copertura.
Anzi.
Se qualcuno sa come fare una copertura "morbida" al cioccolato bianco mi può lasciare la ricetta?
Grazie :o)


Millefoglie al Cioccolato

Crepes (20 o più)
Ganache al Cioccolato fondente
Granella di Nocciole


Reallizzare la millefoglie spalmando ogni crepes con la ganache e aggiungendo un po' di granella di nocciole.
Ricoprire la torta sempre con la stessa ganache al cioccolato fondente, con una copertura al cioccolato bianco oppure semplicemente con panna montata lievemente zuccherata.

Per la Ganache al Cioccolato Fondente

225g Cioccolato Fondente (70%)
200g Panna liquida
50g Burro
25g Miele


In un pentolino portare a bollore la pabba con burro e miele.
Tritare la cioccolata e, fuori dal fuoco, unirla al composto bollente.
Mescolare velocemente per sciogliere la cioccolata e lasciare raffreddare. Mettere in frigorifero fino a quando la ganache ri rapprende un po' diventando spalmabile.

18.7.07

Stiamo lavorando...

"Stiamo lavorando per voi"

recitano alcuni cartelli sulle autostrade che però invece di prospettare qualcosa di positivo, di solito, annunciano interminabili code sotto il sole cocente.
Anche qui stiamo lavorando... ma come ha scritto proprio oggi MuccaPazza non ci stiamo dedicando alla cucina e alle impressioni sui locali del bel paese: insieme ad altri gastro-giocatori stiamo fondando e popolando villaggi di Romani, Galli e Teutoni con lo scopo di razziare e demolire gli avversari :o) Dove? Su Travian ovviamente!
Ogni estate ha il suo tormentone e questo è quello che mi ha rapito quest'anno!
Però sto anche lavorando per il blog.
Una "misteriosa" ma gentilissima Concetta mi ha inviato un report con il risultato dell'analisi di TUTTI i blog presenti nella lista dei Food&Wine Blog Italiani. Nel report vengono indicate le date dell'ultimo aggiornamento per i blog che sembrano abbandonati e una nota per i blog che non esistono più.
Mi sono quindi messa al lavoro per risistemare e aggiornare tutta la lista, completarla con le icone mancanti e così via... un lavoro lungo insomma, proprio come i lavori stradali :o)

13.7.07

Rallegrare il Nasello


Pensare al nasello e immaginare di trovarmelo nel piatto mi ha sempre dato una sensazione di tristezza. Forse eprchè da piccola mi veniva sempre rpesentato lesso con accanto un po' di maionese: la mia famiglia, per tradizione :o), non è molto avvezza alla preparazione del pesce.
Però i filetti congelati di nasello sono comodi da tenere nel freezer per risolvere una cena d'emergenza. Bisogna allora cercare degli stratagemmi per rallegrare i poveri filetti e renderli più appetibili.
I "complici" di questa ricetta sono degli splendidi limoni al naturale cresciuti al sole dell'Isola d'Elba, delle zucchine freschissime ottenute da un ortolano generoso e un nome della ricetta altisonante :o)

Nasello al Limone su Dadolata di Zucchine

3 Filetti di Nasello a persona
Limoni non trattati q.b.
1 Zucchina a persona
Maggiorana
Sale, Pepe, Olio, Aceto


Lavare le zucchine, spuntarele e tagliarle a piccoli cubetti. In un contenitore largo e fondo mettere le zucchine e condirle con olio, sale, abbondante maggiorana, succo di limone a piacere e poco aceto. Mescolarle e stenderle in uno strato uniforme; lasciarle marinare per alcune ore in frigorifero o mezz'ora a temperatura ambiente.
Nel frattempo preparare i filetti di nasello.
Mettere sul fuoco una pentola per la cottura a vapore e portare l'acqua ad ebollizione.
Prendere un foglio di alluminio e posarvi sopra un foglio di cartaforno leggermente più piccolo. Disporre sulla cartaforno i filetti, insaporirli con olio e pepe.
Su ogni filetto disporre alcune fettine di limone private della buccia e della parte bianca. Irrorare con olio, sigillare il cartoccio e cuocerlo a vapore per 10 minuti circa.
Sgocciolare le zucchine dalla marinata e disporle nei piatti, appoggiare i filetti sulle zucchine e servire.

11.7.07

FoodBlog Italia: gli arrivi di Luglio/Agosto 2007

FoodBlog Italia Logo

Mi ero riproposta, un po' di tempo fa, di pubblicare i post sul blog con cadenza periodica: due post alla settimana, uno il martedì e uno il venerdì.
Oggi però è mercoledì! E ieri non ho scritto niente... semplicemente perchè ero convinta che oggi fosse martedì :o) Sono un po' svampita, ma essendo stata in ferie lunedì mi sono un po' persa tra i giorni della settimana.

Come il mese scorso metto la lista dei nuovi blog che ho trovato senza le immagini, arriveranno.
Questo aggiornamento, visto il periodo vacanziero che si sta avvicinando, copre anche il mese di agosto. Gli aggiornamenti della lista dei Food&Wine blog riprenderanno a Settembre!

abbuffone
birragenda
Boffardi.net
Caffeine for two
Cantina della Lucanda
Chef blog
Come il prezzemolo
Cultura Gastronomica italiana
Curiosando in cucina...e non solo
Dalla Padella......alla Cattedra
dialoghi semiseri con un gatto
F@cciamo Merend@
Fragole & Cioccolato
Gargano Blog
Genuina Tradizione Popolare
GuestBlog Hotel Alda Amelia Cattolica
Terza di Copertina
Home Page - Italiabarman.it
IL CLAN DEI GOLOSI
Il Cuciniere
kiaora
Kool-In-Air!
La cuoca mangiona
La Gare Du Nord
L'Angolo Cottura di Franci e Gab
Le franc buveur
Le mie ricette
Living in Venice
Lo Spazio di Dea
OpulentaMente
passione-culinaria
Pasta, amore e fantasia...e tutto il resto...
Pentola Pentola Pentola
Pescheria tutti in barca - Torino
Pizza-to-go
Ricette facili e veloci ...per chi non ha tempo
Ricette vegetariane
Rotonda Club Italiana BLOG: Magnatum Pico
semplicemente...
stella di sale
Terre & Sapori del pesarese e non...
TheSwanCake
TUTTI HANNO IL BLOG
UndicesimoParallelo
Veganswiss - Blog di Marta
Vinix - Wine & Food Social Network
www.buoncarrello.it
zenzero


6.7.07

Tuttifrutti!



Foto orribile lo so, perché è fatta con la luce del lampadario, ma dimostra che a causa del poco tempo libero disponibile ultimamente sono costretta a dedicare alla cucina solo le ore notturne!
Qui sono alle prese per il secondo anno con il Rumtopf.
Alle 23:00 :o( ho messo a macerare 250g di albicocche con 250g di pesche e 200g di zucchero. Quando lo zucchero si è sciolto ho aggiunto la frutta nel topf e coperto tutto con il rum.
Quest'anno cerco di scrivere meglio la ricetta, l'anno scorso non ero stata precisissima.

Rumtopf
Le proporzioni:
Frutta di stagione + la metà del suo peso in zucchero.
Lo zucchero non corrisponde sempre alla metà del peso della frutta, si riduce a piacimento se la frutta è molto dolce.

I tipi di frutta:
Fragole tagliate a metà
Ciliegie con il nocciolo
Albicocche tagliate a cubetti grandi
Pesche tagliate a cubetti grandi
Prugne tagliate a spicchi
Pere tagliate a cubetti grandi

I tipi di rum:
1/2 Rum molto forte (Stroh)
1/2 Rum con circa 45 gradi (Bacardi Riserva)

Per ogni tipo di frutta e in base alla stagione si segue questo procedimento:
Macerare la frutta con lo zucchero fino a quando quest'ultimo si scioglie.
Con le ciliegie risulta impossibile per cui si fanno macerare anche con un bicchiere di rum.
Quando la frutta è pronta si versa nel topf e si copre con il rum.

3.7.07

Pasta Tricolore Estiva

E' Luglio.
Le vacanze si avvicinano, finalmente!
E la voglia di cucinare è ormai un ricordo :o)
Questo è quindi il periodo per le ricette semplici che racchiudono i sapori e i profumi dell'estate e che richiedono poco tempo davanti al caldo dei fornelli.
In questa pasta ho volutamente abbondato con il basilico sia perchè mi piace sia perchè arriva dalle coltivazioni che ho in terrazza!

Pasta Tricolore Estiva
(per due)
200g Pasta di Semola (Casarecci)
1 Peperone rosso piccolo
1/2 Cipollina Rossa
1 Spicchio di aglio
Basilico (tantissimo)
2 Cucchiai di Pinoli
Olio e.v. di Oliva
Sale


In una padella tostare leggermente i pinoli e metterli da parte.
Nella stessa padella versare un filo d'olio e aggiungere cipolla e aglio tritati. Lasciare scaldare e non appena iniziano a soffriggere aggiungere il peperone pulito e tagliato a listarelle. Aggiungere un po' di sale e fare cuocere a fiamma vivace alcuni minuti: il peperone deve risultare consistente e non disfarsi.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e versarla nella padella con il peperone. Mescolare accuratamente aggiungendo il basilico spezzettato con le mani.
Versare la pasta nei piatti o in una ciotola, unire anche i pinoli e servire.


Technorati Tags: /,