22.6.07

Il mondo senza aglio???

Fa notizia in questi giorni una "proposta" di Carlo Rossella che invita ad eliminare l'aglio dalle cucine dei ristoranti perchè poi si puzza... La notizia viene ripresa da più parti e rimbalza da un blog all'altro.
Sarà l'arrivo del caldo ad avere ispirato una genialata del genere? Chiunque ha accesso ai mezzi di informazione ora può mettersi a dettare legge su quello che gli altri possono o non possono mangiare?
Ad esempio, se mia madre fosse famosa, dovrebbe imporre di eliminare il pesce e i crostacei dai menu poichè le causano allergie mortali?
E già questa porebbe essere una pretesa "ragionevole": tra morire e puzzare c'è differenza!

Ma ora torniamo all'aglio... cosa sarebbe la cucina italiana senza l'aglio?
E' vero che l'aglio non è come olio e burro che sono onnipresenti ma cosa sarebbe il pesto senza aglio? e la bagna cauda? e un arrosto? e la pasta "aio e oio"?
Quindi evviva l'aglio e evvia le ricette che lo contengono.

Dal libro "Tapas" (Ed. Gribaudo) ho provato questo finger food molto "aglioso" ma l'accostamento è delizioso! E' ideale da servire a temperatura ambiente o tiepido, quindi può essere preparato in anticipo.


Patate con salsa aïoli
Patate novelle piccole (300/400g)
1 Uovo Intero
1 Cucchiaio di Aceto
6 Cucchiai di Olio di Semi di Arachide
6 Cucchiai di Olio e.v. di Oliva
2 Spicchi di Aglio Fresco
Sale e Pepe


Lavare e lessare le patate con la loro buccia in acqua salata. Se le patate fossero troppo grandi tagliarle per ottenere le dimensioni di un "boccone".
Nel bicchiere graduato del mixer ad immersione mettere: l'uovo, gli spicchi di aglio pelati, sale e pepe, l'aceto e i due tipi di olio. Immergere il mixer e azionarlo mantenedolo attaccato al fondo del bicchiere. Sollevarlo quando la salsa inizia ad emulsionare. Se la salsa risulta troppo compatta diluirla con un po' di aceto mescolato ad acqua fredda.
Quando le patate sono cotte versarle in un piatto e servirle immediatamente accompagnate dalla salsa. Con uno stuzzicadenti/forchettina le patate andranno immerse nella salsa.
Se invece devono essere servite più tardi cospargere le patate bollenti con la salsa, mescolare e lasciare intiepidire.
Le patate mescolate con la salsa si possono conservare in frigorifero in attesa di essere consumate ma prima di servirle dovranno essere riportate a temperatura ambiente.

Technorati Tags: /, ,

No comments:

Post a Comment