10.1.07

Sua maestà il Maiale

Image from www.roadsideamerica.com

Ho avuto la grande fortuna di trovarmi al posto giusto al momento giusto e cioè in Abruzzo a casa di amici nel periodo in cui Sua Maestà il Maiale è il protagonista delle attività e delle tavole. Grazie alla generosità dei miei ospiti ho potuto rivivere un "rituale" antico e tramandato tra le generazioni, ho potuto sentire nuovamente i sapori e gli odori che ero abituata a sentire ogni anno a casa di mio nonno.
Il nonno Adriano, infatti, allevava ogni anno i maiali e nel periodo tra Capodanno e la Befana venivano macellati. Mentre gli "uomini" lavoravano io ero, all'inizio, solo una piccola curiosa assaggiatrice e poi con gli anni guadagnai "professionalità" e mi furono assegnati dei compiti: ero addetta al riempimento di salsicce e salami :o) niente male per una bambinetta! Poi il nonno è diventato anziano, non si è più sentito in grado di seguire un lavoro così faticoso come l'allevamento dei maiali e così tutto è finito nel cassetto dei ricordi.
I tempi andati non tornano più: e vero... però dopo più di 20 anni ho avuto nuovamente la possibilità di essere presente e di partecipare alla lavorazione del maiale in casa che ormai è una rarità.
Ovviamente le tradizioni tra Abruzzo ed Emilia sono differenti ma i concetti di base li ho ritrovati.
I salami vengono preprarati quasi allo stesso modo: la carne tritata viene condita con sale pepe e aromatizzata col vino.


In Abruzzo c'è poi un prodotto che qui non viene fatto: la ventricina. E' lardo tritato con abbondante peperoncino e a cui viene aggiunta un po' di carne usata per le salsicce; il tutto viene condito e conservato in vasetti. La Ventricina è ottima come antipasto spalmata sui crostini caldi.


Per le salsicce la carne tritata viene condita (anche con la buccia di arancio!), le budelline vengono lavate bene col vino e poi, con il tritacarne munito di un lungo beccuccio, vengono riempite.


Si creano delle lunghissime salsicce che vengono arrotolate a spirale. Finito il riempimento le salsicce devono essere legate per essere poi appese a seccare... questa è una cosa che a casa di mio nonno non si faceva e così mi è toccato imparare. Ecco la foto che mi immortala all'opera!



Technorati Tags: , ,

No comments:

Post a Comment