30.3.06

I Zucarén


Ovvero gli zuccherini: preziosi dolcetti nati per accompagnare i matrimoni.
Secondo la tradizione, al termine del matrimonio, gli sposi salutavano amici e parenti consegnando un sacchetto di zuccherini che simboleggiano le fedi scambiate durante il rito.
La preparazione degli zuccherini era un momento di grande festa. Le donne si ritrovavano tutte assieme e, tra una chiacchera e l'altra, lavoravano la pasta e confezionavano, uno ad uno, gli zuccherini.
Una volta cotti gli zuccherini dovevano riposare qualche giorno e poi dovevano essere messi nei sacchetti in numero dispari per non attirare la sfortuna sugli sposi. Sempre per motivi scaramentici la sposa non doveva assolutamente toccare, e quindi nemmeno mangiare, gli zuccherini. Anche la quantià di zuccherini da mangiare fa parte della tradizione: devono essere assolutamente in numero dispari!

Per fortuna questa tradizione non si è persa anche se sempre più frequentemente gli zuccherini si ordinano ai panifici. Nulla vieta però di farseli in casa e di gustarli per pura golosità.
Questa ricetta appartiene ad un personaggio quasi mitico della pianura a nord-est di Bologna: l'Albertina. Questa signora veniva chiamata ad organizzare i pranzi di matrimonio, che allora si facevano in casa, ed era anche la persona che impastava gli zuccherini con una ricetta segretissima tanto che, al momento di pesare gli ingredienti e di mescolarli, l'Albertina pretendeva di essere lasciata sola.
I segreti ora sono stati svelati in un libro dal titolo "I dulz d'la sgnaura Albertina" (I dolci della signora Albertina).

Zuccherini
1 kg di Farina 00
550 g di Zucchero
220g di Burro freddo
100g di Zucchero vanigliato
50g di Mandorle lievemente tostate
5 Uova intere e 1 tuorlo
1 bustina di lievito per dolci
scorza di limone grattugiata
Per aromatizzare dopo la cottura: un bicchierino di anice, zucchero a velo vanigliato


Ridurre in polvere le mandorle con un cucchiaio di zucchero utilizzando il robot da cucina.
Impastare velocemente la farina con il burro a pezzetti fino ad ottenere un composto sabbioso. Unire la farina di mandorle, lo zuccchero rimanente, il lievito e le uova. Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo e lasciare riposare brevemente in frigorifero.
Prendere delle piccole porzioni di pasta, formare dei rotolini di diametro leggermente inferiore a quello di una sigaretta e arrotolarli ad anello intorno alla punta di un dito.
Disporre gli zuccherini su di una teglia ricoperta di cartaforno e cuocere a 160°C per circa 10 minuti.

La cottura è molto delicata poiché gli zuccherini non devono colorirsi per cui è necessario che la dimensione di ogni biscottino sia uniforme.
Con questa dose si ottengono 2kg di zuccherini.

Dopo la cottura spruzzare gli zuccherini con l'anice e spolverizzarli con lo zucchero. Lasciarli riposare qualche giorno in una scatola di cartone rivestita di carta oleata.
Per confezionare gli zuccherini servono poi dei sacchettini di cellophane (trasparenti o appositamente stampati per le Nozze) che devono essere chiusi con nastro sottile da pacchi bianco. Il sacchetto può essere poi decorato a piacere.


Search Tags: , ,

2 comments:

  1. Sto mettendo insieme una decina di link a ricette di biscotti e questa non poteva mancare! Grazie e spero non ti dispiaccia! ciao

    ReplyDelete
  2. No, non mi dispiace, direi che sono perfetti per il tema del tuo blog ;o)

    ReplyDelete