23.1.06

In 120 a pranzo



Domenica mi sono imbarcata, insieme ad 3 amiche, in una esperienza un po' oltre le nostre possibilità: avevamo 120 persone invitate a pranzo!
L'impresa sembrava titanica ma, grazie ad una buona organizzazione, ce la siamo cavata e il risultato è stato apprezzato.

Ovviamente non si è trattato di un pranzo da ristorante pluristellato ma qualcosa di più simile ad una festa campestre.
Il menù era questo:
- Primo: gramigna con salsiccia
- Secondi: salsiccia ai ferri e arrosto di vitello
- Contorni: patatine fritte e insalata
- Dolci misti: crostata al cioccolato, pinza, torta al limone, sfrappole, torta di nocciole, salame di cioccolato e molti altri ancora
- Mandarini

Le quantità sono state spaventose per noi che siamo abituate a cucinare al masssimo per 10 persone: 9 kg di pasta, 5kg di salsiccia per il ragù, 10kg di salsiccia ai ferri, 11kg di arrosto.

Ovviamente, non essendo dei professionisti, ci siamo fatte aiutare. In cucina c'erano 3 cuochi per cuocere la pasta e preparare i secondi, l'addetto alla griglia ha cotto la salsiccia, gli arrosti sono stati preparati da una amica e i dolci sono stati portati da alcuni invitati.


Pur non essendo stato un pranzo con piatti di "alta cucina" devo dire che è stato molto divertente (e un po' spaventoso) organizzarlo ed è stata anche una bella soddisfazione constatare che tutti sono stati molto soddisfatti.

No comments:

Post a Comment